Hamilton è sicuro: “Russell? Non sarà come con Rosberg”

Hamilton sfoggia sicurezza a proposito della futura coabitazione con Russell. Per il pilota Mercedes non sarà un Rosberg bis.

Lewis Hamilton (©Photo by Luca Bruno – Pool/Getty Images)

Con Nico Rosberg si erano tirati di tutto, dalle ruotate in pista, ai cappellini nel retro podio, fino a chissà quanti improperi nel dietro alle quinte. Quindi, il rischio che l’anno prossimo la collaborazione in Mercedes tra Hamilton e il talento rampante Russell possa trasformarsi in qualcosa di simile è vivo. L’unica differenza tra il tedesco e l’inglese in forza alla Williams è che il primo aveva avuto dei precedenti nelle formule minori con il #44,  degli scontri capaci di creare fratture insaldabili, mentre con il connazionale si sta “conoscendo” adesso.

“Saremo una coppia problematica? La F1 è uno sport individuale, ma anche di squadra. Dipende da come verrà gestita la situazione”, il commento dell’asso di Stevenage che, implicitamente, ha tirato in ballo il boss Toto Wolff. Comunque sia, la storia ci ha detto che due piloti forti possono coesistere”.

Elogiate le abilità di guida del 23enne, il britannico ha affermato però di non sapere cosa aspettarsi dal #63. “Ha doti innate e velocità, tuttavia non so se andrà più o meno veloce di Bottas“, ha aggiunto pungente reclamando in seguito “pari opportunità con il compagno”.

“E’ l’unico modo per essere sempre stimolato a dare il massimo”, ha poi tenuto a sottolineare negando di avere mai ottenuto un trattamento privilegiato da parte di Stoccarda. Rivelato di aver mandato solamente un sms di congratulazioni al prossimo vicino di box, Ham ha sostenuto che il suo arrivo sarà senza dubbio positivo per le Frecce Nere. Si tratta solo di parole o ci crederà davvero? Da quanto abbiamo potuto vedere il driver di King’s Lynn è molto lontano da Valtteri caratterialmente. Sarà dunque veramente una convivenza alla tarallucci e vino?

George Russel (©Photo by Andrea Diodato/NurPhoto via Getty Images)

Chiara Rainis