Scott Redding fa del sarcasmo sul suo successore Alvaro Bautista

Scott Redding verrà sostituito da Alvaro Bautista nella prossima stagione. Il britannico commenta la scelta della Ducati.

Alvaro Bautista (foto Instagram)

Qualche settimana fa Ducati ha annunciato che dal prossimo campionato Superbike ci sarà Alvaro Bautista in sella alla Panigale V4R. Prenderà il posto di Scott Redding che non ha ben digerito il voltafaccia della casa emiliana, ma dal canto suo ha trovato una felice sistemazione in Bmw. Interrogato sull’argomento, il britannico non ha risparmiato qualche risposta sarcastica. “Mi ha davvero sorpreso. Ora è piuttosto vecchio. È più vecchio di quanto non fosse allora e ora ha un figlio”.

Nel 2019 Bautista ha conquistato 16 vittorie con Ducati, ma non è bastato ad aggiudicarsi il titolo mondiale finito nelle mani di Jonathan Rea. Ha tentato l’avventura in Honda per due anni senza risultati entusiasmanti e ritornerà sulla Rossa all’età di 37 anni. Per lui potrebbe essere l’ultima chance per aggiudicarsi il secondo titolo iridato, dopo quello ottenuto nella classe 125 con Aprilia nel 2006. “Aveva la possibilità di aggiudicarsi il titolo mondiale, ma sfortunatamente non ha funzionato”, ha aggiunto Scott Redding. “Ha avuto due anni difficili in Honda. Ora vuole tornare. Sono passati tre anni da quando è passato alla Ducati. Sono emozionato. Come pilota vuoi continuare a migliorare. Ma non credo che l’età giochi sempre a suo favore”.

Il sogno degli uomini Ducati è rivedere Alvaro Bautista proseguire sulla scia di quanto fatto nel 2019, considerando che la moto ha compiuto decisivi passi in avanti. Anche se la concorrenza non è rimasta a guardare. Anche su questo tema Scott Redding è piuttosto critico, ritenendo che nell’ultimo anno l’azienda bolognese non abbia fatto molto per migliorare la Panigale. “Abbiamo dimostrato di essere forti. Ma lo sviluppo è stato uno dei punti deboli della squadra… Altre case potrebbero forse fare passi più grandi. Sembra che tutti siano più vicini di prima”.

Scott Redding a Magny Cours (foto Instagram)