MotoGP, Marc Marquez fissa l’obiettivo per Aragon

Per Marc Marquez arriva un altro circuito antiorario dopo quello del Sachsenring. Ma le aspettative non sono alte, almeno sulla carta.

Marc Marquez (getty images)

Il MotorLand di Aragon, con il suo senso antiorario, è un circuito che gioca a favore di Marc Marquez. Ma il campione della Repsol Honda non si attende un risultato siile a quello del Sachsenring, quando ha riportato la RC213V alla vittoria a distanza di oltre un anno. Stavolta però non crea aspettative, la condizione fisica della spalla e del braccio resta un mistero. “Non possiamo fare affidamento su ciò che abbiamo fatto in passato”.

Inoltre la moto HRC non ha ancora rimediato ad alcune pecche tecniche, tutti i piloti del marchio non riescono ancora a trovare la retta via per procedere con l’evoluzione. Il MotorLand resta quindi un punto di interrogativo per gli uomini coordinati da Alberto Puig. “Aragon è sempre una pista su cui mi diverto a correre e abbiamo avuto ottimi risultati in passato – ha sottolineato il fenomeno di Cervera -. Ma in questa stagione ci arriviamo in una situazione diversa, quindi dobbiamo affrontare il fine settimana nel modo corretto, vedere il nostro livello e cosa stanno facendo i nostri avversari”.

A causa dell’emergenza Covid nel 2020 il Mondiale ha saltato questa tappa, ma stavolta per Marc Marquez sarà finalmente la gara di casa. “È bello tornare a correre al MotorLand dopo aver saltato i round del 2020 e speriamo di poter dare uno spettacolo ai fan. Nelle ultime gare siamo stati più vicini ai primi, quindi l’obiettivo è continuare questo percorso e vedere cosa è possibile fare per domenica”.

Nell’ultima gara di Silverstone Pol Espargarò ha festeggiato la sua migliore prestazione con i colori Repsol, ottenendo la prima pole position con la RC-V e un quinto posto. Ad Aragon proverà a continuare su questa scia e, soprattutto, a migliorare il feeling con questa moto. “Sono molto entusiasta di correre ad Aragon, il weekend di Silverstone è stato fantastico per noi. In passato la Honda è stata la moto che stavo cercando di battere ad Aragon e ora la sto guidando, quindi sono molto interessato a vedere cosa possiamo fare insieme questo fine settimana.

Pol Espargaro (getty images)