SBK, Kawasaki risponde alle critiche della Yamaha

Guim Roda, team manager Kawasaki Racing, risponde alle critiche rivolte da Yamaha dopo la sanzione inflitta a Toprak Razgatlioglu.

Jonathan Rea (foto Instagram)

La penalità inflitta a Toprak Razgatlioglu nella Superpole Race di Magny-Cours farà discutere ancora a lungo. Domenica pomeriggio sono arrivate le dure critiche del team manager Pata Yamaha Paul Denning nei confronti della Kawasaki, ma la scuderia campione in carica non si è fatta attendere per la risposta.

La richiesta avanzata da KRT è stata illustrata come antisportiva, invece dalla Casa verde tengono a precisare come le regole esistano e vadano applicate. Toprak Razgatlioglu all’ultimo giro ha toccato il green in curva 10 e quindi la sanzione è sacrosanta. Questa la tesi del team manager Guim Roda che si fa portavoce dell’intero box KRT. “In caso di dubbi vorrei spiegare la versione Kawasaki dopo la gara della Superpole a Magny-Cours. Dopo l’ultimo giro di gara, Raul, il tecnico hardware KRT, che era seduto ai box a guardare la gara come fa normalmente, mi ha detto che pensava che Toprak fosse uscito di pista all’ultimo giro, quindi gli ho detto di controllare e confermare”.

L’applicazione delle regole

Ad Assen qualche settimana fa era successo qualcosa di simile ad Ana Carrasco, spinta oltre i limiti di pista da un avversario e comunque penalizzata. “Nell’ultimo giro di una gara che si svolge secondo queste regole è molto importante restare nei limiti ma non superarli… e una delle cose più importanti da considerare è non uscire di pista. Questa parte del tracciato di Magny-Cours, al livello in cui stanno combattendo Rea e Toprak, darebbe un vantaggio, piccolo ma comunque un vantaggio. Per me è bastato fare riferimento al regolamento e fare un commento ai Commissari Sportivi FIM WorldSBK. In definitiva la decisione non è mia, è la FIM che la considera autonomamente, questo è uguale per tutti”.

Infine Guim Roda spera che l’atmosfera resti distesa e diplomatica fino alla fine, al fine di regalare uno show degno di questo nome a tutti i fan. “Toprak ha corso una gara incredibile e tutti in KRT hanno grande rispetto per i suoi sforzi e per l’incredibile lavoro che sta facendo quest’anno. Lo spettacolo che Rea e Toprak hanno offerto ai fan è stato fantastico e sono sicuro che ci regaleranno gare più ravvicinate ed emozionanti”.

Guim Roda team manager KRT