Pol Espargarò spiega i motivi del suo exploit straordinario a Silverstone

Pol Espargarò spiega nel dettaglio i problemi in sella alla Honda e il motivo per cui è andato forte a Silverstone.

Pol Espargaro (getty images)

Pol Espargarò ha raccolto il suo primo grande traguardo in sella alla Honda, ottenendo la pole position e il 5° posto a Silverstone. Dopo una prima parte di campionato tutta in salita, il catalano vede uno spiraglio di luce in fondo al tunnel, ma premette che i problemi di natura tecnica non sono affatto risolti.

Del resto non è stato facile adattarsi alla RC213V dopo quattro anni in sella alla KTM. Ha dovuto riadattare il suo stile di guida, ma necessita di alcune modifiche da parte dei tecnici HRC. “Ho alcuni problemi cruciali da affrontare su questa moto che influenzano il mio stile di guida”, ha spiegato il minore dei fratelli Espargarò. “Normalmente uso molto i freni posteriori, su tutte le moto che ho guidato, anche nella classe 125 cc. Quindi in Moto2 ho usato dischi freno diversi dagli altri e in KTM ho fatto sudare i ragazzi di Brembo”, ha ammesso Pol Espargarò.

Problemi di trazione per Pol Espargarò

La Honda RC-V lamenta qualche problema di trazione al posteriore e questo gli impedisce di esprimersi come vorrebbe. “In Honda abbiamo qualche problema di trazione, soprattutto alla ruota posteriore. Pertanto, non mi è consentito utilizzare il freno posteriore in questo modo. Ed è per questo che cado così spesso sull’anteriore, ecco perché ho così tanti problemi a fermare la moto. Quando esco dalla curva mi trovo in una situazione con molta inclinazione e devo lottare con un sacco di spinning”.

A Silverstone però qualcosa sembra cambiato… “Avevamo molto più grip che altrove. In compenso ho sentito da molti ragazzi Ducati, tra cui Suzuki ma anche da mio fratello, che si lamentavano del grip. Per noi è stato completamente il contrario. Ma mostra anche che non siamo in una situazione che va bene”, ha concluso Pol Espargarò. “Perché quando gli altri faticano ci divertiamo, ma il problema è che nella maggior parte delle gare gli altri stanno meglio. Questo significa che abbiamo ancora dei problemi”.

Pol Espargaro (getty images)