Miller: “Questa Ducati ha un punto di forza, ecco qual è”

Jack Miller ritorna nelle zone alte di classifica nel venerdì di prove libere a Silverstone. E svela i passi in avanti compiuti da Ducati.

Jack Miller (getty images)

Jack Miller ha perso terreno in classifica in questi ultimi tre Gran Premi, ma a Silverstone riparte subito alla grande segnando il secondo miglior tempo di giornata, a mezzo secondo da Fabio Quartararo. In Austria è passato alla ribalta Jorge Martin che ha entusiasmato l’ambiente Ducati, ma l’australiano sembra intenzionato a riprendersi la scena.

“E’ stata una giornata molto buona, mi sono sentito subito bene. Soprattutto è stato bello girare di nuovo qui a Silverstone: una vera pista vecchio stile con tante curve diverse – ha dichiarato Jack Miller dopo le FP2 -. È stato davvero bello confrontare il mio feeling di oggi con il 2019 e vedere quanto la moto si è sviluppata in questo periodo, e in meglio. Soprattutto nel primo settore, nei rapidi cambi di direzione, il ritmo è ottimo. È una di quelle volte in cui pensi a quanto bene si comporta la moto e fino a che punto siamo arrivati”.

Su un tracciato tradizionalmente sfavorevole alla Desmosedici, si intravedono i passi avanti compiuti dai tecnici di Borgo Panigale durante gli ultimi mesi, permettendo alla Rossa di migliorare in termini di agilità. “Da un punto di vista fisico la moto rende questi cambi di direzione molto più facili adesso, non devi forzare così tanto. È decisamente meglio. Ecco perché non vedo l’ora di andare in piste come il Texas, dove abbiamo molti di questi rapidi cambiamenti da sinistra a destra. Quindi questa è una caratteristica davvero cruciale della moto e ci siamo decisamente migliorati ”.

Un passo avanti che permette di preservare meglio le gomme e ottenere maggiore aderenza. “Il tuo tempismo è giusto in ogni giro e non devi spingere troppo forte. È molto più bello per il pilota”, ha concluso Jack Miller.

Jack Miller (getty images)