Lucio Cecchinello: “Con Alex Marquez problemi di comunicazione”

Risultati poco esaltanti finora per il team satellite LCR Honda diretto da Lucio Cecchinello. L’analisi del manager italiano.

Lucio Cecchinello (Getty Images)

Dopo la partenza di Cal Crutchlow LCR Honda ha un po’ allentato l’assalto al podio. Alex Marquez ha centrato quattro top-10 nella sua prima stagione nella squadra satellite, raccogliendo 41 punti. Idem Taka Nakagami che però di punti ne ha racimolati finora 55. Non sono i risultati attesi da Lucio Cecchinello ad inizio campionato, ma guarda avanti con fiducia.

La squadra satellite della Honda manca all’appuntamento con la vittoria da tre anni. Crutchlow ha vinto nel 2016 a Brno e Phillip Island e nel 2018 a Termas de Río Honda. L’anno scorso Nakagami è andato vicino ad Aragon ma è caduto nelle fasi salienti di gara. Il manager italiano non nasconde una certa amarezza per i risultati del 2021, ma analizza con lucidità il momento che sta attraversando il suo box. “Penso che il motivo principale sia che la concorrenza è cresciuta più velocemente di noi. Se guardi i tempi sul giro, sono molto simili ai tempi dell’anno precedente. Ma i tempi sul giro degli avversari sono migliorati”.

Non c’è stato nessun errore di sviluppo in casa Honda per quanto riguarda la RC213V, ma gli aggiornamenti portati da inizio campionato non hanno sortito gli effetti sperati. L’arrivo di Alex Marquez era stato accolto con grande entusiasmo, ma ci vuole ancora un po’ di tempo prima che gli ingranaggi comincino a funzionare alla perfezione. “Quando si guardano i risultati di Alex, bisogna tener conto che ha dovuto ricominciare da capo con un nuovo gruppo di tecnici nella sua seconda stagione in MotoGP – ha detto Lucio Cecchinello a Speedweek.com -. È stato accudito da Ramon Aurín come capo dell’equipaggio di Repsol, e ora Beefy Bourguignon si sta prendendo cura di lui con una squadra… Ma prima dovevamo stabilire una comunicazione con lui e conoscerci”.

LEGGI ANCHE -> Yamaha, parla il responsabile: i guai di Vinales, il segreto di Quartararo

Alex Marquez (getty images)