Alonso omaggia il suo ex rivale Schumacher: “Era diverso da tutti gli altri”

A quindici anni dai loro accesissimi duelli in pista, oggi Fernando Alonso spende solo parole di elogio per Michael Schumacher

Fernando Alonso e Michael Schumacher
Fernando Alonso e Michael Schumacher (Foto Mark Thompson/Getty Images)

In pista non se la sono mandata a dire, anzi, se le sono date letteralmente di santa ragione. Fernando Alonso e Michael Schumacher sono stati acerrimi rivali, almeno per due stagioni.

Quelle in cui l’asturiano, allora il giovane sfidante emergente, difendeva i colori della Renault, e il tedesco, l’esperto campione uscente che difendeva i suoi titoli, viveva invece la coda della sua straordinaria epoca alla Ferrari.

Allora i rapporti tra i due, viziati dalla rivalità sportiva, erano ai minimi storici. Ma oggi, trascorso un quindicennio, dalle parole di Alonso traspare tutto il rispetto e persino l’affetto verso colui che è stato uno dei suoi più grandi avversari.

Alonso loda Schumacher: “Leggenda, fenomeno”

“Michael è una leggenda di questo sport”, ha dichiarato ai microfoni dell’emittente televisiva inglese Sky Sports. “Ho imparato molto da lui nel 2001 fino al 2004, e poi nel biennio successivo ho combattuto fianco a fianco con questo fenomeno. Poi nel biennio tra il 2005 e il 2006 ho avuto la possibilità di combattere fianco a fianco con lui. Un fenomeno vero. Devi rispettare Michael in modo diverso da qualunque altro pilota”.

In carriera, Nando si è scontrato anche con altri grandi fuoriclasse del calibro di Lewis Hamilton e Sebastian Vettel, eppure secondo lui il Kaiser sta un gradino più in alto: “Lui è davvero diverso dagli altri. Anche solo una stretta di mano rappresentava un momento di sollievo: lottavamo in maniera durissima in pista, ma c’era un essere umano dietro quel casco rosso”.

Alla fine Alonso riuscì a sconfiggere per due volte Schumi e a conquistare i suoi due titoli iridati: “Il Mondiale è uno di quegli obiettivi che insegui per tutta la vita”, racconta. “E una volta che raggiungi non puoi essere più felice e orgoglioso, ti sembra che dopo non potrai desiderare niente di più e niente di meglio. Invece ti sbagli di grosso, perché già la gara successiva ti mette di fronte ad un altro obiettivo, ad un desiderio diverso”.

Fernando Alonso e Michael Schumacher
Fernando Alonso e Michael Schumacher (Foto Paul Gilham/Getty Images)

LEGGI ANCHE —> Alonso risponde ai detrattori: “Le critiche mi gasano”