Vinales chiede scusa a Yamaha: la risposta di Meregalli lascia dubbi

Meregalli ha commentato le parole di Vinales, che si è scusato con Yamaha per quanto avvenuto nel GP di Stiria. Il pilota attende altre decisioni.

Meregalli
Massimo Meregalli (Getty Images)

Maverick Vinales è pentito, ha chiesto scusa. Dopo la sospensione decisa da Yamaha per il comportamento avuto nel finale della gara scorsa, il pilota ha ammesso le proprie colpe.

La frustrazione è esplosa e ha reagito nella maniera sbagliata. Adesso la sua speranza è quella di farsi perdonare e di poter tornare a correre nelle prossime gare. Il team non ha ancora escluso di poterlo sospendere per altri GP. C’è chi non esclude neppure un licenziamento per giusta causa. Gli scenari sono aperti.

LEGGI ANCHE -> “È una notizia bruttissima”: Valentino Rossi è preoccupato per il futuro

Yamaha MotoGP, Meregalli commenta le parole di Vinales

Massimo Meregalli, team manager Yamaha MotoGP, è stato interpellato da DAZN per commentare le scuse di Vinales. Questa la sua risposta: «Abbiamo avuto una riunione con Maverick dopo aver visto quanto successo e poi abbiamo deciso. Per quanto riguarda i prossimi gran premi, non è stata presa una decisione ancora. Sicuramente prenderemo in considerazione quanto detto lui. Tuttavia, non sappiamo cosa accadrà dopo il GP d’Austria».

Meregalli non smentisce l’ipotesi di una rottura completa con il pilota spagnolo. Affermando che non sa cosa succederà, lascia aperto qualsiasi scenario. Dal licenziamento, allo stop per più GP o fino a fine stagione, arrivando anche all’eventuale reintegro già da Silverstone.

Yamaha nei prossimi giorni valuterà cosa fare. Probabilmente parlerà ancora con Vinales, per capire se ci sia la possibilità di proseguire insieme questo campionato oppure se ormai la frattura sia troppo grande. Certamente sarebbe complicato tornare a lavorare insieme, ma anche tenere fermo un pilota che guadagna tanti milioni non è un affare.

La via del licenziamento consentirebbe di risparmiare soldi, ma anche di dover sostituire Maverick. Si parla già dell’ipotesi Cal Crutchlow, già tester Yamaha e ora sostituto di Franco Morbidelli nel team satellite Petronas. Ufficialmente si è ritirato dalle gare lo scorso anno, però potrebbe accettare di correre per la squadra ufficiale di Iwata.

Maverick Vinales
Maverick Vinales (Getty Images)