Todt su Schumacher: “Tenerlo in vita ha portato a delle conseguenze”

Il presidente della Fia Todt si apre alla Bild e parla delle condizioni di Schumacher dopo l’incidente di Meribel

Jean Todt
Jean Todt (Foto Joe Portlock/Getty Images)

Con la famiglia Schumacher ha stretto un patto di riservatezza. Per dirla alla Billie Eilish, probabilmente ha dovuto anche firmare un “Nda”, un accordo di non divulgazione delle informazioni personali. Ecco perché è pressoché impossibile che dalla bocca di Jean Todt possano uscire notizie dettagliate sull’attuale stato di salute di Michael.

Dal 29 dicembre 2013 se ne sono dette e scritte tante, e da più parti è arrivata la richiesta di saperne di più trattandosi di un personaggio pubblico, amatissimo dai tifosi della F1 ma non solo. Ovviamente ogni appello è caduto nel vuoto.

Come sta Schumacher secondo il suo ex boss

Spalla fondamentale per i successi del tedesco in epoca Ferrari, l’attuale Presidente della FIA è uno dei pochi a non aver mai smesso di frequentare l’abitazione del sette volte iridato in questi anni complicati, ovvero da quanto in una tranquilla giornata di vacanze natalizie, mentre si trovava su una pista da sci a Meribel, è scivolato rovinosamente.

“Da quel giorno ho speso molto tempo con Corinna. È una grande donna e ora guida lei la famiglia”, ha dichiarato il francese alla Bild. Dall’oggi al domani quella che poteva diventare una vita tranquilla da ex delle competizioni si è trasformata in un incubo.

“Su moglie non si sarebbe mai aspettata una cosa del genere, ma sfortunatamente è accaduta e ha dovuto farsi carico di tutto”, ha aggiunto il dirigente. “Ha voluto che sopravvivesse e grazie al lavoro dei dottori è stato possibile, però con delle conseguenze con cui lui sta lottando e che speriamo possano migliorare”.

Come per molti, anche per il 75enne la promozione in F1 del figlio, attualmente impegnato con la Haas, ha rappresentato una sorta di conforto. “Mick avrà sempre un posto speciale nel mio cuore e in quello di mia moglie Michelle”, ha concluso in modo paterno.

Jean Todt e Michael Schumacher
Jean Todt e Michael Schumacher (Foto Ferrari)

Chiara Rainis

LEGGI ANCHE —> L’orgoglio (commovente) di Mick per papà Michael Schumacher (VIDEO)