Alonso attacca la stampa inglese: “Troppo a favore di Hamilton”

Alonso se la prende con i media britannici. La sua cattiva fama, così come quella di Verstappen è colpa loro?

Fernando Alonso
Fernando Alonso (Foto Lars Baron/Getty Images)

Fernando Alonso non ha dimenticato il 2007 trascorso in compagnia di Lewis Hamilton in McLaren e non perde occasione per lanciare frecciatine al collega. Il ricordo di quel mondiale regalato alla Ferrari e a Kimi Raikkonen per i dissidi interni ancora brucia. Specialmente perché il Samurai era campione in carica e da quel momento l’iride diventerà per lui stregato.

Così, alla vigilia della pausa estiva il driver di Oviedo, per colpire l’asso di Stevenage ha accusato la stampa inglese. Il motivo è chiaro e semplice. Per far apparire Ham come il più forte e il più corretto in pista, i giornalisti avrebbero cominciato a diffondere commenti negativi sulla concorrenza. Una sorta di tifo malcelato che per l’iberico avrebbe colpito soprattutto lui e Verstappen.

“Alla fine questo sport è britannico, tutti i team provengono dal Regno Unito, così come chi ne scrive e lo racconta, tv comprese. E’ normale, dunque, che ci sia una preferenza verso qualcuno che è competitivo e continua a vincere”, ha affermato sibillino a Motorsport.com.

“Da quando corro ho sempre avuto questa sensazione. Ogni volta che mi sono trovato a combattere contro un pilota inglese mi hanno fatto fare la figura del cattivo ragazzo”, ha aggiunto mostrando vicinanza a Mad Max, messo sotto torchio dai connazionali del #44 dopo l’incidente di Silverstone al primo giro.

Alo celebrato da Alain Prost

Nel contesto del GP dell’Ungheria il 40enne ha però ricevuto parecchi elogi avendo dato vita ad una corsa aggressiva, ricca di sorpassi e gestita con una verve che neanche nei tempi migliori.

“E’ stato eccezionale”, ha riconosciuto l’ambasciatore Renault rivelando come quella performance abbia dissipato tutti i dubbi sul suo ingaggio. “Ha provato di avere una mentalità incredibile e si è dimostrato pronto a tutto per il bene della scuderia”, ha concluso ancora pieno di entusiasmo per il successo ottenuto con Ocon, e appunto la prestazione gagliarda che ha portato l’asturiano ha terminare a ridosso del podio in quel di Budapest.

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (Foto Bryn Lennon/Getty Images)

 

Chiara Rainis