Superbike o MotoGP? Jonathan Rea fa un annuncio sul futuro

Rea è tornato a parlare delle voci sul trasferimento in MotoGP, dopo l’accostamento al team Petronas Yamaha. Il pilota SBK ha le idee chiare.

Jonathan Rea
Jonathan Rea (Getty Images)

Nelle ultime settimane non sono mancati rumors su un possibile passaggio di Jonathan Rea in MotoGP nel 2022. Ad accoglierlo sarebbe stato il team Petronas Yamaha.

Tuttavia, dal manager malese Razlan Razali è arrivata una smentita. La squadra vuole puntare su piloti giovani. Il sei volte campione del mondo Superbike va verso i 35 anni e dunque non rientra nel progetto. Non sembrano esserci altre opzioni per lui nella classe regina del Motomondiale. Oggi tutto fa pensare che rimarrà in SBK con Kawasaki, alla quale è legato contrattualmente anche per la prossima stagione.

LEGGI ANCHE -> Superbike, Alex Lowes e Kawasaki firmano il rinnovo: “Ora un altro step”

Jonathan Rea rimarrà in Superbike con Kawasaki

Rea in un’intervista a Speedweek ha fatto delle precisazioni sul suo futuro, dopo le varie indiscrezioni e le sue dichiarazioni nel weekend di Assen: «Quando ho detto mai dire mai alla MotoGP, intendevo in generale e non in riferimento al team Petronas. Tutto è iniziato con Johan Stigefelt che diceva che sarei stato perfetto per loro. Ma ovviamente rimarrò nel Mondiale Superbike, ho un contratto pluriennale col Kawasaki Racing Team».

Niente MotoGP per Johnny nel 2022. Pare ormai certo che continuerà a gareggiare nel campionato mondiale delle derivate di serie. Sarebbe certamente vederlo misurarsi contro Marc Marquez, Fabio Quartararo e gli altri piloti della top class del Motomondiale. Tuttavia, salvo colpi di scena, questo non accadrà. Per certi versi è un peccato, ma Rea può comunque essere orgoglioso della sua carriera. Le gare vinte e i titoli conquistati parlano da soli. Non può lamentarsi affatto di quanto ha ottenuto con merito in questi anni di SBK con Kawasaki.

Jonathan Rea
Jonathan Rea (Getty Images)