Wolff in versione “Padrino”: ecco chi vuole riportare in Formula 1

Wolff burattinaio della F1. Presente alla gara di Formula E a Londra il manager Mercedes ha svelato i suoi piani per il futuro.

Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, nella corsia dei box del Gran Premio di Montecarlo di F1 2021 a Monaco
Il team principal della Mercedes, Toto Wolff (Foto Steve Etherington/Mercedes)

Ha praticamente fatto scomparire Nicolas Todt, ovvero colui che più di chiunque altro sembrava capace di indirizzare il mercato piloti, piazzando i suoi dove più gli interessava.  Toto Wolff non solo ha fatto lo stesso, ma ha altresì alzato l’asticella diventando il vero burattinaio dell’automobilismo più recente, muovendo i junior Mercedes a suo piacimento, nel Circus come nelle altre categorie in cui è impegnata la Stella.

E proprio dalla FE il potente dirigente austriaco ha lanciato l’idea, il proposito di riportare Vandoorne in F1 dopo la triste e mediocre parentesi in McLaren tra il 2016 e il 2018 e far debuttare De Vries, possibilmente con la Williams.

“Ho sentito delle indiscrezioni relative ad un mio passaggio nel Circus, ma per il momento mi sento bene in questa serie e con la squadra anche se nel medio o lungo termine non si può mai sapere”, ha affermato a Motorsport.con Nyck, negando un suo prossimo salto nella classe regina al posto di Russell.

Per quanto riguarda Stoffel, la situazione è differente. Rispetto all’olandese, il belga una chance in F1 se l’è già giocata e nel GP del Bahrain 2020 avrebbe potuto tornarci per sostituire Hamilton, assente per Covid, se a Stoccarda non avessero scelto di saltare piè pari i due collaudatori ufficiali, per puntare sul gioiellino del domani George.

“La mia opportunità me la sono già giocata, correndo per l’equipe di Woking. Purtroppo le condizioni non erano delle migliori. Anche se si sta chiacchierando della Williams, non è nei miei pensieri. Per me non è un must o un’ossessione rientrare”, ha quasi tirato i remi in barca il 29enne, commentando  i rumori di sottofondo e le dichiarazioni del boss di Vienna, convinto che il driver di Courtrai si meriti di riprovarci.

Stoffel Vandoorne (©Getty Images)

Chiara Rainis