SBK, paura per Jonas Folger: ma il pilota non molla

Jonas Folger ha riportato una brutta caduta in gara-1 ad Assen. Dagli accertamenti in ospedale nulla di grave, ma lividi e dolori non lo fermeranno.

Jonas Folger (foto Instagram)

La caduta di Jonas Folger ha destato preoccupazioni nel finale di gara-1 ad Assen. Bandiera rossa a due iri dalla fine e paramedici subito in soccorso del pilota tedesco della BMW. Stava disputando la sua miglior gara stagionale attestandosi fra il 6° e 7° posto quando è scivolato rovinosamente alla curva 6 dopo aver perso l’anteriore della sua moto ad una velocità di caduta di oltre 200 km/h.

Folger è stato trasportato subito al centro medico e poi al vicino ospedale di Assen ma fortunatamente non ha riportato gravi ferite, a parte lividi sul fianco sinistro e una gran botta al coccige. Domenica mattina proverà il warm-up e poi deciderà come procedere. I suoi meccanici sono stati costretti agli straordinari per rimettere in piedi la sua BMW.

La miglior prestazione stagionale

14° nella prima giornata di prove libere, nelle FP3 di sabato mattina è riuscito a migliorare di 0,365 secondi ed è arrivato decimo. Nella Superpole, il 27enne ha corso fino al sesto posto, risultando il migliore tra i piloti BMW. In gara-1 Folger ha percorso 15 giri al 6° posto, ma è stato poi superato da Garrett Gerloff che era risalito dall’ultimo posto in griglia (!). Al 19° giro l’incidente che ha visto coinvolto Jonas Folger, lasciando con il fiato speso la sua squadra, i tifosi e gli altri piloti in pista.

“Sfortunatamente, è caduto violentemente sulla testa”, ha detto sabato sera il capo del team Bonovo Michael Galinski. “Tuttavia, Jonas spera di poter guidare domenica. Ma questo non sarà deciso fino al mattino. Tutto sommato per lui è stata una bella gara, purtroppo ha perso la ruota anteriore”. Dopo la sua migliore prestazione in qualifica, il settimo posto sarebbe stato il miglior risultato di gara di Folger nel Campionato Mondiale Superbike.

Jonas Folger (foto Instagram)