Tito Rabat orfano della MotoGP: “La mia vita non è cambiata”

Tito Rabat è passato dalla MotoGP alla Superbike restando sotto l’egida della Ducati. Ma il suo futuro è avvolto nell’incertezza.

Tito Rabat (foto Instagram)

Tito Rabat ha lasciato la MotoGP al termine della stagione 2020 per passare al Mondiale Superbike, iniziando l’avventura con la Ducati Panigale del team Barni. Una svolta che finora non ha portato a risultati ottimali, tanto che il rinnovo di contratto non è così scontato come poteva sembrare prima dell’esordio.

In un’intervista a Super7moto, Tito Rabat parla del suo ingresso nel campionato delle derivate di serie. “Dopo essere stato uno dei piloti che ha ottenuto più punti in una sola stagione in Moto2, niente può farmi del male. Ho iniziato questa avventura senza aspettative, perché so come funziona questo mondo: all’inizio tutti prevedono i risultati migliori, ma finché non succede non credo in niente di tutto questo. Di conseguenza le difficoltà che ho avuto in queste prime gare non mi hanno infastidito, né mi hanno tolto la voglia di correre e lavorare”.

Il futuro di Rabat

Il pilota spagnolo sente di dare il massimo, ma sono tanti i fattori in gioco per avere successo in SBK. Finora non ha espresso ancora il suo potenziale e ha davanti una stagione intera per provare a cercare il riscatto. Studia i dati dei compagni di marca e dalle rilevazioni risulta perdere qualcosa nelle curve veloci, ma risalire ad una soluzione non è operazione facile e scontata. Il futuro resta al momento sospeso per Tito Rabat, in attesa di conoscere i prossimi risultati. “Al momento spero solo di trovare il modo giusto per sfruttare il mio potenziale. Barni? Non ci siamo ancora parlati, siamo troppo impegnati a risolvere i nostri problemi attuali”.

Tito Rabat è stato un po’ estromesso dalla MotoGP per fare posto a Luca Marini, nonostante avesse un altro anno di contratto. Ma ormai fa parte del passato e preferisce guardare alle prossime sfide professionali. “Il fatto che non corro più in MotoGP non ha cambiato la mia vita né la mia passione per le moto. All’inizio lo sentivo, ma in poco tempo ho capito che posso ancora ottenere grandi risultati e divertirmi. Di conseguenza, penso solo a trovare un modo per farlo… Ci sono alti e bassi nella vita, ma l’importante è continuare a lavorare sempre senza arrendersi”.

Tito Rabat (foto Instagram)