Superbike come la MotoGP? Può cambiare il regolamento sui test

Nel Mondiale Superbike potrebbe prossimamente cambiare il regolamento riguardante i test, magari seguendo il modello applicato in MotoGP.

Superbike Logo
Superbike Logo

Nel Mondiale Superbike ci sono cinque case impegnate, ma solamente tre in questo campionato hanno conseguito vittorie e sono state costantemente nelle prime posizioni.

Kawasaki, Yamaha e Ducati sono attualmente il top nella categoria, come dimostrato anche dalle classifiche piloti e costruttori. Faticano molto di più BMW e Honda. I tedeschi sono andati sul podio a Donington Park, ma potrebbe essere dovuto alle particolari condizioni trovate in Inghilterra. Bisogna capire se avranno costanza o se quello rimarrà un caso isolato. Comunque, entrambe le case hanno molto lavoro da fare.

LEGGI ANCHE -> Jonathan Rea alla 8 Ore di Suzuka 2021: ufficiale il team Kawasaki

SBK, Dorna cambia la regola sui test?

Le limitazioni sui test sono un problema per BMW e Honda, che avrebbero bisogno di più tempo in pista per sviluppare le moto e migliorare. Attualmente sono previsti solamente 10 giorni a team per girare con i propri piloti titolari. Per chi è già forte possono anche bastare, ma per coloro che devono recuperare sono pochi.

Come spiegato da Speedweek, da un po’ di tempo la Dorna e la FIM stanno pensando di concedere più giornate di test alle case che non stanno avendo successo in Superbike. Un po’ il modello che già esiste in MotoGP, dove una casa che non raggiunge determinati risultati ha la possibilità di avere test liberi. È il caso dell’Aprilia. E fino all’anno scorso anche della KTM.

Qualcosa di simile potrebbe essere introdotto nel Mondiale SBK. Marc Bongers, direttore motorsport di BMW, auspica un cambiamento che consenta a chi è più indietro di poter recuperare: «Possiamo provare con altri piloti, ma a questo livello è sempre meglio girare con i propri rider. Sembra esserci disponibilità da Dorna a cambiare la regola dei test per i team che ne hanno bisogno. Avere più giorni di test sarebbe un passo nella giusta direzione».

Marc Bongers BMW
Marc Bongers (foto BMW Motorrad WorldSBK)