MXGP Olanda, Gara 2: Cairoli è mostruoso e dà un segnale al Mondiale

Gara mostruosa in MXGP da parte di Tony Cairoli che ha vinto la seconda manche e ora si rilancia prepotentemente nella corsa al titolo.

Tony Cairoli (GettyImages)
Tony Cairoli in pista con la sua KTM (GettyImages)

Dopo una prima gara che ha visto Tony Cairoli un po’ sottotono, la seconda manche comincia sicuramente diversamente per lui. Pronti via chiude subito il primo giro in 6a piazza. L’Holeshot invece va a Prado, che precede Febvre e Gajser.

Finisce subito a terra, invece, Coldenhoff che cestina una possibile buona prestazione. Il vero colpo di scena però è avvenuto prima dell’inizio di Gara 2, quando il vincitore della prima manche, Herlings ha dovuto dare forfait a causa di un problema alla spalla.

LEGGI ANCHE >>> MXGP, Tony Cairoli sul podio italiano: “Si è rotto il roll-off”

MXGP: sorpasso all’ultimo respiro di Cairoli

Nella seconda parte di gara Tony Cairoli è salito letteralmente in cattedra avendo la meglio di tutti i propri avversari curva dopo curva. Il sorpasso decisivo per lui è arrivato proprio all’ultimo giro quando ha sopravanzato Tim Gajser involandosi alla fine verso il successo.

Prestazione eccezionale da parte del rider italiano che è riuscito così a portare a casa il successo di manche e a ritornare prepotentemente in corsa per il Mondiale. Grazie a questo risultato il talento di Patti ha agganciato in seconda piazza Herlings e Febvre a 23 punti dal leader Gajser.

LEGGI ANCHE >>> MXGP Olanda, Gara 1: Herlings fenomeno, Cairoli sciupa tutto

Per quanto concerne, invece, la vittoria di Gran Premio è andata a Tim Gajser grazie agli ottimi piazzamenti in entrambe le gare. A fare notizia però è ancora una volta Cairoli che a 35 anni suonati continua ad essere costantemente tra i migliori piloti del lotto.

Antonio Russo

Tony Cairoli a Maggiora in sella alla sua KTM