“Perché Valentino Rossi è il più grande di sempre”: il boss della Federmoto

Valentino Rossi è il campione numero uno del motociclismo di tutti i tempi, secondo il presidente della Federazione italiana

Valentino Rossi
Valentino Rossi (Foto Petronas)

Sarà anche di parte, perché da presidente della Federazione motociclistica italiana fa sicuramente il tifo per i centauri nostrani. Però Giovanni Copioli ha le idee chiare: Valentino Rossi è il più grande campione di tutti i tempi delle due ruote.

Il numero uno della nostra Federmoto si inserisce così in un dibattito aperto nei giorni scorsi da Aleix Espargarò. Che, pur avendo indicato nel Dottore il suo idolo d’infanzia, ha indicato come, a suo dire, Marc Marquez sia stato più forte di lui nell’arco della sua carriera.

Il presidente della Fmi sta con Valentino Rossi

Copioli la pensa invece diversamente: il fenomeno di Tavullia è in testa a questa speciale classifica di fuoriclasse della storia. E lo è grazie alla sua inesauribile spinta che lo tiene in pista, che ha reso infinita la sua carriera. E che, forse, potrebbe farlo continuare a correre anche il prossimo anno.

“Le racconto una cosa”, ha rivelato ai microfoni della Gazzetta dello Sport. “L’ultima volta che sono stato a trovarlo al Ranch ha battuto gli altri piloti in una ‘gara’ sullo sterrato e ha festeggiato facendo mezzo giro di pista con una ruota sola. Gli ho detto: ‘Oh, Vale, ma vacci piano, alla tua età festeggi come avessi vinto un Mondiale?’. E lui: ‘È questo che mi tiene giovane’. E ha ragione! Ha ancora fame, ha ancora passione e voglia di correre. Così è diventato il più grande di sempre. Poi cosa farà lo vedremo, però merita infinito rispetto per quello che ha realizzato”.

Il presidente ringrazia poi Vale anche per la sua VR46 Riders Academy, che ha lanciato tanti talentini tricolori: “Valentino Rossi ha avuto il merito di strutturarsi nel corso della sua carriera e di creare qualcosa dalle sue vittorie. A Tavullia si allena lui e si allenano tanti giovani talenti, direi che è un bene per il movimento intero”.

Valentino Rossi e Giovanni Copioli

LEGGI ANCHE —> Espargarò fa discutere: “Il più grande di sempre non è Valentino Rossi”