Superbike, Roda avvisa Razgatlioglu: “Rea sa i tuoi punti deboli”

La lotta per il titolo mondiale Superbike può essere molto interessante nel 2021. È sfida tra Rea e Razgatlioglu. Roda crede nel campione in carica.

Guim Roda
Guim Roda (foto WorldSBK)

Dopo il round di Donington in testa alla classifica mondiale Superbike c’è Toprak Razgatlioglu, che ha superato Jonathan Rea. Decisiva la caduta in Gara 2 del sei volte iridato.

Potrebbe essere tra loro due la lotta per il titolo SBK 2021. Scott Redding in classifica è più staccato e sta avendo alcuni problemi a sfruttare la sua Ducati Panigale V4 R. Vedremo se l’inglese rientrerà nella partita, intanto i rivali di Yamaha e Kawasaki gli sono davanti. Il prossimo round sarà ad Assen, difficile fare previsioni su cosa succederà.

LEGGI ANCHE -> SBK, Bassani smentisce Redding: “Non è quello il problema Ducati”

Guim Roda sulla lotta mondiale Superbike 2021

Guim Roda, team manager Kawasaki, al sito ufficiale WorldSBK ha così parlato della sfida tra Rea e Razgatlioglu: «Conosciamo il potenziale di Toprak. È al secondo anno in Yamaha e sta lavorando bene con loro, confermando di essere un pilota che può puntare al titolo. Sappiamo che ci sono punti deboli sui quali possiamo attaccarlo, ad esempio nelle gare bagnate. Lo attaccheremo già nel prossimo round».

Roda si attende una stagione di grandi battaglie, ma è anche convinto che Rea abbia il potenziale per poterla spuntare nuovamente: «Il campionato è molto competitivo, il livello è alto e crediamo che il nostro pacchetto sia buono. Abbiamo fatto degli step rispetto al 2020 e c’è margine di miglioramento. Vedremo nei prossimi round come andrà».

Guim Roda
Guim Roda (foto WorldSBK)