Gresini Racing, inizia così il sogno della MotoGP

Gresini Racing sbarcherà in MotoGP nella stagione 2022. Le prime dichiarazioni ufficiali di Bastianini e Di Giannantonio.

Enea Bastianini e Fabio Di Giannantonio

Il grande sogno di Fausto Gresini si sta realizzando. Dal 2022 la squadra di Faenza avrà il suo team in MotoGP, un progetto le cui redini sono nelle mani della moglie Nadia Padovani, che ha seguito fedelmente tutte le sue ultime richieste. Insieme a Ducati Corse inizia una nuova avventura guidata da due giovani piloti assai promettenti, come Enea Bastianini e Fabio Di Giannantonio. “Continuare nel segno di Fausto era ed è la nostra missione e, per farlo al meglio, il ritorno in MotoGP come Team Indipendente era un passaggio obbligato – spiega la signora Padovani -. Sono stati mesi intensissimi, carichi di lavoro e di emozione nei quali, insieme a tutta la squadra, abbiamo concentrato i nostri sforzi per creare il miglior progetto MotoGP possibile”.

Fu proprio Fausto Gresini a lanciare nel mondiale questi due piloti, in passato già compagni di box. “Il prossimo anno correrò nella massima categoria possibile di questo sport ed è un sogno incredibile – ha dichiarato ‘Diggia‘ -. Il primo giorno sarà come entrare nella scuola dei grandi: sarà tutta una grandissima esperienza, a prescindere da come vada. Il passaggio dalla Moto2 alla MotoGP sarà bello tosto: 100 cavalli in più, più persone nei box, più impegni, più bottoni sul manubrio…Sicuramente sarà un cambiamento enorme, ma io mi sento già pronto e non vedo l’ora”.

Enea Bastianini si avvarrà di un anno di esperienza nella massima serie, già in sella ad una Ducati. “È fantastico tornare in Gresini Racing, una squadra che è come una famiglia per me e che ha creduto fortemente in me nel passato. Di fatto è stata la prima a credere in me. Siamo stati tre anni insieme e ho solo buoni ricordi… Con Ducati abbiamo trovato l’accordo che cercavamo – ha aggiunto il pilota romagnolo – e sono sicuro che il prossimo anno avremo una moto molto competitiva. Nel 2022 arriverò più preparato a questa categoria e ancora più motivato”.

Nadia Padovani