La F1 ribaltata. Hamilton: “Proveremo a recuperare sulla Red Bull”

Dopo anni di supremazia la Mercedes si trova ad inseguire o ora Hamilton fa affidamento agli aggiornamenti per “salvarsi”.

(©Lewis Hamilton Twitter)

Di certo dopo la conquista facile del settimo titolo iridato Lewis Hamilton non poteva immaginarsi nella posizione attuale, ovvero a fare il cacciatore di Verstappen dopo otto gare dall’inizio della stagione. Il cambio regolamentare che ha ridotto l’impatto del downforce, più una repentina crescita della Red Bull aiutata dalla Honda, hanno praticamente annullato il vantaggio della Mercedes.

Così, per la prima volta dal 2014 la scuderia tedesca è stata costretta a correre ai ripari, tanto da piombare in un’assurda confusione data proprio dalla mancanza di abitudine a lottare.

“Stiamo lavorando sulla macchina per essere competitivi sia a breve, sia a lungo termine”, ha dichiarato Ham alla vigilia del GP dell’Austria. “L’approccio al weekend è positivo come sempre, siamo concentrati per fare un buon lavoro. Tutti i tecnici stanno lavorando e al tempo stesso capendo maggiormente la monoposto. La RB16B è stata impressionante nelle ultime quattro gare, mentre per noi Monaco e Baku sono stati due round disastrosi. Speriamo di riuscire a colmare il gap, siamo qui per questo”.

Analizzando i punti deboli della W12, il britannico ha indicato nel passo gara il loro vero tallone d’Achille. “Non dobbiamo comunque avere una visione negativa delle cose”, si è affrettato a minimizzare le difficoltà incontrate dalla scuderia. “Come equipe abbiamo i migliori ingegneri possibili e stiamo tutti marciando nella stessa direzione per ottenere il massimo. Non sarà una corsa semplice, ma arriviamo più preparati e con un maggior numero di informazioni”.

Fa sicuramente specie sentire certi commenti da parte del #44, lui che della concorrenza si preoccupava soltanto per non peccare di hybris. L’ultimo appuntamento a Zeltweg sarà un buon banco di prova per cominciare a farsi un’idea reale sullo stato dell’ex dominatrice della F1 che oggi è seconda con 40 punti di distacco.

Lewis Hamilton in pista al Gran Premio di Stiria di F1 2021 al Red Bull Ring
Lewis Hamilton in pista al Gran Premio di Stiria di F1 2021 al Red Bull Ring (Foto LAT Images/Mercedes)

Chiara Rainis