Marc Marquez non crede nel bis: “La situazione è diversa”

Marc Marquez è pronto a correre ad Assen. Lo spagnolo però non crede di potersi giocare nuovamente la vittoria come in Germania.

Marc Marquez (GettyImages)
MotoGP – Marc Marquez al parco chiuso in Germania (GettyImages)

Marc Marquez è finalmente tornato alla vittoria in Germania. Il pilota spagnolo dopo mesi difficili, passati a rincorrere la fora migliore, sembra aver ritrovato il vecchio piglio. Naturalmente non è tutto finito. Il rider iberico non ha ancora pienamente recuperato e avrà ancora bisogno di tempo.

Il Gran Premio di Germania fa sicuramente storia a sé visto il costante vantaggio che Marquez ha sempre avuto su questa pista. Il prossimo appuntamento però è ad Assen, un tracciato dove storicamente le temperature non sono mai proibitive e questo potrebbe sicuramente fare gioco al rider della Honda.

Marquez: “Ci siamo goduti il nostro momento”

Storicamente Assen è sempre stata una pista Yamaha, ma negli ultimi anni se c’è stato un pilota che si è riuscito ad infilare nel dominio di Iwata, quello è Marquez. Lo spagnolo, infatti, tra le curve olandesi ha vinto in MotoGP nel 2014 e nel 2018. Provare a ripetersi non sarà facile, ma il #93 ha tutte le carte in regola per fare bene.

In vista del prossimo GP il rider della Honda ha così dichiarato: “Ci siamo goduti il nostro momento dopo il Sachsenring, con la squadra, con la mia famiglia e con coloro che mi hanno aiutato. Ma ora ci concentriamo di nuovo e ci prepariamo per Assen”.

LEGGI ANCHE >>> Fabio Quartararo applaude la Yamaha: “Non è più un team vecchia scuola”

Infine Marquez ha così concluso: “In passato abbiamo avuto buoni risultati qui, ma ovviamente la nostra situazione è diversa. Il tempo sembra molto freddo e umido, soprattutto dopo quello che abbiamo visto in Germania. Quindi continueremo a lavorare per migliorare la nostra situazione e vedere cosa è possibile fare”.

Antonio Russo

Marc Marquez in pista in Germania con la Honda (GettyImages)
Marc Marquez in pista in Germania con la Honda (GettyImages)