Mir e il trionfo di Marquez al Sachsenring: “Mi ha sorpreso un’altra cosa”

Joan Mir non contento del weekend al Sachsenring. Il campione in carica MotoGP vuole di più da Suzuki. Commenta anche il successo di Marquez.

Joan Mir
Joan Mir (Getty Images)

Joan Mir si è dovuto accontentare di un nono posto nella gara MotoGP di oggi al Sachsenring. Partito sedicesimo, ha recuperato diverse posizioni ma non è riuscito a fare di meglio.

Sicuramente un weekend negativo per lui e Suzuki, che in Germania hanno faticato. Nella corsa al titolo persi un po’ di punti, dato che i principali rivali sono arrivati tutti davanti. Nel prossimo GP ad Assen sarà importante fare netti miglioramenti rispetto a questo fine settimana.

LEGGI ANCHE -> MotoGP Germania, Vinales attacca Yamaha: “Non mi dà risposte”

MotoGP Sachsenring, le parole di Joan Mir

Mir al termine della giornata ha commentato la sua gara al Sachsenring: «È stata difficile – ha detto a Motorsport.com –  fisicamente dura. Ho fatto quello che dovevo nei primi giri, mi sono divertito a risalire alcune posizioni. Per me era complicato accelerare, perdevo tanto tempo e dovevo recuperare in altri punti, andando così surriscaldare e usurare di più la gomma. Guardiamo alla prossima gara. Questo weekend è stato difficile, dobbiamo capire perché e i risolvere i problemi».

Suzuki è l’unica a non disporre dell’holeshot posteriore e Joan sembra consigliare il team a cambiare rotta: «Dobbiamo metterci al livello degli altri ed evolvere come loro. Spero lo portino in Austria dopo la pausa. In fabbrica i giapponesi sanno che la moto deve evolversi. Sono motivati e vogliono lottare ancora per il titolo. Più avanti comunque arriveranno circuiti più favorevoli a noi».

Il pilota maiorchino crede nella possibilità di giocarsi il Mondiale MotoGP 2021, però serve essere maggiormente costanti: «Non siamo messi male. Ma dobbiamo essere molto costanti nella seconda parte di stagione e cercare di salire sul podio in tutte le gare, come lo scorso anno. Sono sicuro di essere migliore rispetto al 2020, perché ho maggiore esperienza. Se miglioriamo un po’ la moto, saremo sicuramente dove vorremmo essere. Ad Assen penso che possiamo fare bene, non dobbiamo perdere punti».

A Mir è stato chiesto anche della vittoria di Marc Marquez oggi al Sachsenring: «Non mi ha sorpreso. Mi ha sorpreso che aveva detto di non essere in buona condizione fisica e invece lo era, dato che la gara è stata molto fisica. Sicuramente questo farà bene alla sua fiducia, per fare punti ed essere costantemente davanti».

Joan Mir
Joan Mir (Getty Images)