Wolff richiama la squadra: “Non possiamo lottare con una sola auto”

Mercedes in allarme dopo le due recenti battute d’arresto e ora il boss Wolff si appella a Bottas ed Hamilton.

Mercedes (©Getty Images)

Malgrado i test invernali avessero già dato segnali non esattamente positivi sulla W12, a Brackley nessuno si sarebbe mai potuto immaginare un avvio di campionato tanto critico. Se ci basiamo sui numeri nudi e crudi la situazione è senz’altro delicata. Dopo sei gare, la Red Bull detta il passo con 174 lunghezze contro le 148 della Mercedes. Qualcosa di assolutamente inedito per una scuderia che, dal 2014 vinceva ininterrottamente e dunque non più abituata ad inseguire.

Con quest’ansia in corpo il team principal Toto Wolff, alla vigilia del GP di Francia, ha sollecitato Valtteri Bottas, totalmente assente nei primi round del 2021 e di conseguenza poco d’aiuto all’equipe, così come Lewis Hamilton, a tratti troppo falloso e lo stesso gruppo di lavoro, andato a volte in tilt e non sempre capace di affidare ai driver una macchina abbastanza competitiva.

In più di un’occasione, infatti, soltanto una delle due vetture ha dato una buona risposta. Un bel problema, questo, in un mondiale in cui Max Verstappen sembra in stato di grazia e anche il vicino di box Sergio Perez è in ottima forma.

“C’è ancora molta strada da fare da qui ad Abu Dhabi”, ha proseguito il 49enne. “Non ci aspettiamo grandi cambiamenti sul fronte delle gerarchie, ma cercheremo di trasformare le conoscenze che abbiamo acquisito nelle ultime settimane in performance, nella speranza che ci si possa confermare molto più forti con entrambe le monoposto”, ha chiosato il viennese.

Che le questioni di mercato che coinvolgono ambe le guide stiano disturbando la serenità interna alla squadra di Stoccarda? Tutto può essere. Certamente da qualche GP a questa parte i germanici hanno perso la loro proverbiale freddezza e anche ai pit stop hanno mancato qualche colpo. Urge dunque per loro la corsa ai ripari.

Lewis Hamilton in pista nelle prove libere del Gran Premio dell'Azerbaigian di F1 2021 a Baku
Lewis Hamilton in pista nelle prove libere del Gran Premio dell’Azerbaigian di F1 2021 a Baku (Foto LAT Images/Mercedes)

Chiara Rainis