Paolo Ciabatti: “Che cosa è successo a Bagnaia al Mugello”

Paolo Ciabatti ammette un po’ di amarezza per non aver conquistato un podio al Mugello. Ma la stagione Ducati è partita alla grande.

Paolo Ciabatti
Paolo Ciabatti (getty images)

Ducati sta compiendo una grande stagione, con due vittorie conquistate da Jack Miller e una sfilza di podi fra Johann Zarco e Pecco Bagnaia. Un terzo posto a Losail, un secondo posto a Portimao e un altro secondo gradino del podio a Jerez per il giovane piemontese, terzo in classifica. A pesare è la caduta del Mugello, senza la quale si ritroverebbe probabilmente alle spalle di Fabio Quartararo.

La verità è che la Desmosedici GP21 è competitiva su tutti i circuiti pur non avendo vinto su piste favorevoli, come Losail, Mugello e Catalunya, caratterizzate da un rettilineo di oltre un chilometro. Tra una settimana ci sarà la prova del Sachsenring, ma a Borgo Panigale resta un po’ di amarezza per la mancata vittoria nel Gran Premio di casa al Mugello. “E’ vero, abbiamo creduto fortemente in un podio o addirittura in una vittoria al Mugello “, ha detto Paolo Ciabatti a Speedweek.com. “Infatti Pecco Bagnaia è stato amareggiato per molto tempo. In gara è stato più veloce di Fabio (Quartararo, ndr). Purtroppo è caduto. Pecco è rimasto profondamente commosso da quanto accaduto a Jason Dupasquier. Pertanto, è stato difficile per lui rimanere concentrato. Poi ha commesso un errore ed è caduto. Questo è ciò che è accaduto”.

Il circuito toscano non è mai stato favorevole a Jack Miller e il suo 6° posto è un risultato abbastanza soddisfacente. Ma la Ducati è tornata competitiva sul tracciato in Catalunya, pur non avendo centrato il colpaccio. Ma il doppio podio è l’ennesima conferma che la Desmosedici GP21 può correre per il titolo mondiale 2021, anche in condizioni di scarsa aderenza. “Sono condizioni generalmente negative per noi. Quindi eravamo entusiasti di vedere cosa abbiamo fatto. Domenica abbiamo ottenuto due podi. Questa è la prova – conclude Paolo Ciabatti – che la GP21 ha fatto un passo in più”.

Pecco Bagnaia in pista nel Gran Premio di Catalogna di MotoGP 2021 a Barcellona (Foto Ducati)