Marc Marquez confessa il suo errore: “Sì, ho sbagliato strategia”

Marc Marquez ha rimediato tre cadute nelle ultime tre gare. Al Sachsenring proverà a fare un salto avanti, magari con una diversa strategia.

Marc Marquez
Marc Marquez (getty images)

Terza caduta consecutiva in gara per Marc Marquez. Le Mans, Mugello e Catalunya hanno rappresentato una fase ascendente per il ritorno in pista del Cabroncito dopo l’infortunio dello scorso anno, che lo ha tenuto fuori dalle corse per nove mesi. “I migliori sette giri” del 2021, li ha definiti il fuoriclasse della Honda, ma anche al Montmelò ritorna a casa senza punti. E pensare che fino a Jerez 2020, anche la semplice uscita dal podio poteva rivelarsi un pessimo risultato per il fenomeno di Cervera.

Dopo tre operazioni all’avambraccio, due trapianti ossei e un’infezione è difficile per lui venire a patti con i risultati. Al Montmeló non è neppure riuscito ad accedere alla Q2 pur seguendo la scia di Jack Miller. “Naturalmente non sono contento dell’esito della gara”, ha ammesso Marc Marquez all’indomani del test IRTA del lunedì. “D’altra parte, preferisco cadere dopo una buona prestazione piuttosto che finire la gara e cercare solo di rimanere seduto sulla moto. Quindi sono contento di aver almeno fatto una buona prestazione”.

Dalla caduta al test IRTA

Marc Marquez è ritornato in pista anche il giorno seguente al Gran Premio, rivelandosi uno dei più prolifici del lunedì e testando varie componenti per la sua RC213V. L’obiettivo è rendere più agevole la guida della moto per tutti i piloti, trovare maggiore trazione al posteriore e in accelerazione. “Il test è stato importante per il futuro”, ha detto il 28enne spagnolo. “Durante i test di lunedì 3 maggio a Jerez non ho potuto guidare molto perché il giorno prima avevo avuto una brutta caduta. Inoltre, la mia salute era peggiore di adesso. È stato strano nelle ultime due gare al Mugello e al Montmeló. Perché ho fatto il contrario del 2019. Non sono caduto in prova, ma in gara. Stavolta ho rischiato di più nelle competizioni, ma non conosco i limiti. Ma questa è la mia strategia, rischio molto in gara. Devo ammettere che questa strategia al momento non funziona. Ma cercheremo di cambiarlo in futuro”.

In gara ha compiuto appena 8 giri, la caduta non ha causato nessuna conseguenza al fisico, quindi Marc Marquez è riuscito a girare regolarmente nel test al Montmelò. Un bel passo avanti per i tecnici HRC che adesso possono contare sui dati del fuoriclasse al suo primo vero test stagionale con la Honda. “Il lunedì è stato più importante della domenica per il nostro futuro. Sapevo che non avremmo trovato mezzo secondo. Era importante capire meglio di cosa abbiamo bisogno per il futuro. E ci siamo riusciti”.

LEGGI ANCHE —> Il Motomondiale non parla più italiano: che fine hanno fatto i nostri talenti?

Marc Marquez in pista al Gran Premio di Catalogna di MotoGP 2021 a Barcellona (Foto Honda)