Paolo Simoncelli: “Valentino Rossi da penalizzare subito a Sepang 2015”

Paolo Simoncelli critico con Direzione Gara e Commissari del Motomondiale per come prendono le decisioni. Cita anche il caso di Valentino Rossi.

Paolo Simoncelli
Paolo Simoncelli (Getty Images)

Il tema della sicurezza è e deve continuare sempre ad essere centrale in un ambito come quello del Motomondiale. I piloti corrono ad altissime velocità e i rischi vanno minimizzati, per quanto possibile.

A tal proposito, qualcosa deve cambiare nella classe Moto3. Le gare sono sempre più delle ammucchiate selvagge e non tutti si comportano correttamente, mettendo così in pericolo gli altri. Inaccettabile anche quanto successo in MotoGP con Fabio Quartararo che ha chiuso la gara con la tuta aperta a Barcellona. Chi è chiamato a prendere certe decisioni, Race Direction e Steward Panel, è giustamente nel mirino della critica.

Direzione Gara e Commissari sotto accusa: parla Paolo Simoncelli

Paolo Simoncelli, intervistato da La Gazzetta dello Sport, è stato molto netto nell’esprimere il suo pensiero sull’argomento: «Serve gente che prenda decisioni. Come il pilota che deve scegliere in un microsecondo, così la Direzione Gara deve fare lo stesso. E siccome non avviene mai, vuol dire che non sa fare il proprio lavoro. Mi sembra strano che Spencer, che è stato un pilota, non sia in grado. I piloti, come i figli, hanno bisogno di paletti, che devono essere rispettati. Ci vuole una certezza della pena e un’applicazione severa. Che sia però anche immediata. Non qualche ora dopo o addirittura la gara successiva».

Simoncelli non condivide il modo di agire di chi oggi decide, visto che a volte le sanzioni arrivano in ritardo. E a tal proposito ricorda un episodio ormai celebre nella storia della MotoGP: «Avessero penalizzato subito Rossi in Malesia nel casino con Marquez, la cosa sarebbe finita lì, e a Valencia avrebbe potuto giocarsi il 10° titolo. Questo è un ruolo difficile, dove ci vogliono le palle. Ma se non le hanno, cambino mestiere».

Marquez Rossi
Valentino Rossi e Marc Marquez nella gara di Sepang 2015 (Getty Images)