Alberto Puig: bilancio Honda disastroso dopo il GP di Catalunya

Bilancio disastroso per Honda dopo il GP di Catalunya. Nessuno dei quattro piloti in top-10 e nessuna soluzione valida per la RC213V.

Pol Espargaro (foto Repsol Honda)

Honda esce con le ossa rotte dal GP di Catalunya. Nessun pilota del marchio in top-10 e i due piloti factory, Pol Espargarò e Marc Marquez, sono caduti nel corso della gara. Il marchio giapponese prosegue la scia negativa con 11 gare senza podio e 21 senza vittoria. Inoltre nessuno dei suoi quattro piloti è entrato direttamente nella Q2. C’è un problema tecnico a monte, i tecnici HRC stanno provando ad apportare le necessarie modifiche, ma trovare una svolta in poco tempo non è possibile in uno sport ipertecnologico come la MotoGP

Come da tradizione, all’indomani di un Gran Premio Alberto Puig, team manager HRC, fa un bilancio del weekend. “Non ci aspettavamo che i nostri due piloti si schiantassero. Questo non va bene, non c’è altro da aggiungere. Dal punto di vista delle prestazioni, non è possibile trovare un punto positivo. Tutto quello che possiamo dire è che HRC e il team hanno lavorato al 100% per risolvere questi problemi e cercare di trovare soluzioni per i nostri piloti. Se parliamo delle cascate stesse, il punto positivo è che entrambi sono rimasti illesi”.

Si procede per tentativi, gli ingegneri stanno provando diverse soluzioni. “Siamo sempre in attesa e al lavoro per trovare qualcosa che possa indicarci una nuova direzione da esplorare. Forse quello che testiamo non è perfetto, ma può dare informazioni e conclusioni positive e interessanti per andare avanti. Testeremo diversi componenti e vedremo se possono aiutarci per il futuro”, ha sottolineato Alberto Puig. Bisogna guardare avanti, al prossimo appuntamento in terra tedesca dove Marc Marquez ha sempre dominato. Non arriverà in buone condizioni fisiche, ma il layout potrebbe giocare a suo favore. “In questo momento le circostanze non sono perfette per fare un grande passo tra una gara e l’altra, da Barcellona alla Germania. In ogni caso, ci proveremo, ovviamente”.

Marc Marquez
Marc Marquez (foto Repsol Honda)