Verstappen devastato: stava vincendo, ma gli esplode la gomma (VIDEO)

Max Verstappen aveva dominato tutto il Gran Premio dell’Azerbaigian, fino a cinque giri dal traguardo, quando è arrivata la batosta

Max Verstappen dopo il ritiro al Gran Premio dell'Azerbaigian a Baku
Max Verstappen dopo il ritiro al Gran Premio dell’Azerbaigian a Baku (Foto Twitter/F1)

Un uomo distrutto, che si tiene la testa tra le mani. Così è apparso Max Verstappen al termine del Gran Premio dell’Azerbaigian, trasformatosi da un potenziale trionfo ad un autentico dramma sportivo per il leader del Mondiale.

L’olandese aveva infatti dominato tutta la corsa e stava per apprestarsi a portare a casa il bottino pieno di punti, che gli avrebbero permesso di incrementare ulteriormente il suo margine di vantaggio in classifica generale. Fino a quando, a cinque giri dalla fine, è accaduto il disastro.

Verstappen, una sfortuna clamorosa

“Fino a quel momento stavo disputando una grande gara, cercando di tenere lo stesso passo dei piloti che mi inseguivano”, racconta. “Invece abbiamo perso un sacco di punti, che mi avrebbero potuto permettere di allungare il margine di vantaggio in campionato. Che questo sia successo così vicino al traguardo è davvero frustrante”.

Senza preavviso, la sua ruota posteriore destra è scoppiata, spedendolo dritto contro le barriere di protezione. “Non ho sentito nulla fin quando la macchina ha scartato improvvisamente verso destra”, racconta. “La gomma è volata via dal cerchione. Non è stato un bell’impatto: quello è un punto pericoloso per veder esplodere una gomma, per giunta a quella velocità. Però è andato tutto bene”.

Per fortuna ci ha pensato il suo compagno di squadra Sergio Perez a tagliare vittorioso il traguardo, salvando la giornata della Red Bull e limitando anche i danni per Verstappen. “Checo è stato molto bravo: è scattato bene ed era alle mie spalle”, si complimenta Max. “Abbiamo superato gli avversari che dovevamo passare e stavamo tenendo i tempi sul giro che dovevamo ottenere. La macchina era davvero ottima oggi”.

Perez ne approfitta e vince

Perez, dal canto suo, empatizza con il suo sfortunato vicino di box: “Innanzitutto mi dispiace molto per Max: ha disputato una gara fantastica e meritava di vincere, oltre al fatto che per il team la doppietta sarebbe stata grandiosa”, ha commentato dopo il successo. “Ma io sono felicissimo: come sempre accade qui a Baku, è stata una corsa un po’ pazza. Sono andato vicino al ritiro, ma alla fine sono riuscito ad arrivare al traguardo, anche se non è stato facile”.

Da buono scudiero, Checo è riuscito ad evitare un successo di Lewis Hamilton che avrebbe inguaiato Verstappen nella corsa all’iride: “Ho superato Hamilton grazie al suo pit stop più lento, poi lui mi ha tenuto sotto pressione fino alla fine. Sono riuscito a resistere, anche quando alla ripartenza mi ha affiancato, ma io mi sono detto che non potevo sbagliare. Ho staccato il più tardi possibile, lui ha fatto lo stesso ma è andato lungo”.

Alla fine, insomma, i Bibitari tornano a casa da Baku con una vittoria in valigia. Poteva andare molto peggio: “Per fortuna è stata comunque una buona giornata per me e per il team: è una grande iniezione di fiducia”.

LEGGI ANCHE —> Hamilton, occasione sprecata a Baku. Ruggito Vettel. L’analisi della gara

Max Verstappen dopo il ritiro al Gran Premio dell'Azerbaigian a Baku (Foto Twitter/F1)
Max Verstappen dopo il ritiro al Gran Premio dell’Azerbaigian a Baku (Foto Twitter/F1)