Aleix Espargarò: una scelta troppo azzardata?

Aleix Espargarò cade alla curva 10 e chiude la gara in Catalunya con 0 punti. La scelta della soft ha inficiato il risultato?

Aleix Espargaro
Aleix Espargaro (foto Aprilia)

Aleix Espargarò chiude la gara in Catalunya con zero punti a causa di una caduta nella seconda parte di gara. Scattato dalla settima piazza in griglia aveva confermato le buone sensazioni della RS-GP21 anche su un tracciato tradizionalmente poco favorevole alla moto di Noale e allo stesso pilota di casa. Ha scelto di azzardare la gomma soft al posteriore, soluzione esclusa da quasi tutti gli avversari, ma nelle prime fasi è stato premiato, riuscendo ad insidiare la zona podio.

Strategia gomme corretta?

Una modifica al setting della sua Aprilia escogitata nel warm-up stava portando ad un grande risultato, ma poi è arrivata una scivolata alla curva 10. Il bilancio resta comunque positivo e Aleix Espargarò può guardare con grande fiducia ai circuiti più favorevoli. Ma in molti si chiedono se morbida al posteriore non fosse una scelta controcorrente… “Credo che oggi la scelta della gomma posteriore morbida fosse quella giusta, anche perchè con la media nel warm up non mi sono trovato affatto bene. In gara riuscivo ad essere competitivo, ho perso un po’ di tempo con Marc e quando mi ha superato Maverick, ma per il resto le cose stavano andando come previsto”.

Il maggiore dei fratelli Espargarò paga lo scotto di una pista con scarsa aderenza e che non esalta i punti di forza della RS-GP. “E’ difficile sfruttare la velocità in percorrenza della Aprilia mentre vengono premiate le moto che accelerano bene da dritte. Spingendo in frenata per recuperare terreno è salita un po’ la temperatura della gomma anteriore e quando l’ho sollecitata in curva 10 sono scivolato. Sono deluso dal risultato finale, del quale mi scuso con i ragazzi del box, ma non dalla prestazione. Su questa pista dove facciamo fatica è stato comunque un weekend incoraggiante”.

Savadori in zona punti

Il suo compagno di box Lorenzo Savadori approfitta delle varie cadute per portare a casa un punticino iridato. “Purtroppo durante il weekend non siamo riusciti a comprendere bene la situazione delle gomme e del setup, quindi siamo arrivati un po’ impreparati alla gara. Dal 17° giro il calo è stato evidente e sul finale ho puntato solo a non commettere errori. Fa tutto parte dell’esperienza, dovremo essere più bravi nelle prossime gare”.

LEGGI ANCHE —> Oliveira eroe, Quartararo incavolato. L’analisi della gara di Barcellona

Lorenzo Savadori (foto Aprilia)