Johann Zarco spiega che cosa gli è successo prima della partenza

Incidente nel giro di ricognizione del GP d’Italia. Enea Bastianini tampona Johann Zarco e si assume la responsabilità.

Johann Zarco (getty images)

Il Mugello doveva essere una gara favorevole per Ducati, ma si è rivelato un quasi tonfo. Ancora prima della partenza Enea Bastianini ha tamponato il collega francese: gara abortita per il rookie romagnolo, uno spavento per l’alfiere del team Pramac. Dopo il primo giro il francese è rimasto in quarta posizione alle spalle di Bagnaia, Quartararo e Oliveira davanti a Miller. Ma alla bandiera a scacchi nessun pilota Ducati ha conquistato il podio.

Alla fine Johann Zarco si è dovuto accontentare del quarto posto, ma è riuscito a difendere con successo il suo eccezionale secondo posto nel Mondiale. “Abbiamo dato tutto. La gara di oggi è stata tutt’altro che facile per me perché questa giornata difficile ha portato tante emozioni. Sono contento per come ho concluso la gara”. Nel giro di ricognizione è stato tallonato da Bastianini… “Questa collisione prima della partenza mi ha preoccupato. Per il momento non sapevo se potevo partire con la moto danneggiata al posteriore. Ma alla fine ha funzionato e abbiamo ottenuto punti preziosi. La mia partenza non è stata eccezionale, ma sono riuscito a mantenere la mia posizione”.

La caduta del collega di marca gli ha permesso di avanzare di una posizione, ma la strategia Ducati di frenare Fabio Quartararo era ormai saltata. “Pecco Bagnaia è caduto al secondo giro e l’obiettivo era non far scappare Fabio. Mi sentivo abbastanza a mio agio con le gomme nuove e la strategia di superare Fabio in linea retta e tenerlo dietro ha funzionato all’inizio. Ma ha combattuto bene – ha ammesso Zarco – e ha anche iniziato a sorpassarmi sempre prima, per riuscire ad avere abbastanza distacco da non farsi riprendere in rettilineo”.

Enea Bastianini si assume la responsabilità di quanto accaduto nel giro di ricognizione. “All’inizio, quando stavo per posizionarmi, ho notato che l’airbag era scarico, non ero concentrato. Mentre guidavo, Zarco si è piantato davanti a me e non ho potuto fare nulla per evitarlo”.

Johann Zarco (getty images)