Dupasquier, le parole di Vittorio Sgarbi fanno discutere. E arriva la replica

L’onorevole Vittorio Sgarbi commenta la morte di Jason Dupasquier con parole che provocano reazioni sdegnate dal mondo del motociclismo

Vittorio Sgarbi
Vittorio Sgarbi (Foto Roberto Serra/Iguana Press/Getty Images)

La tragica scomparsa di Jason Dupasquier, rimasto ucciso nel weekend in un terribile incidente durante le qualifiche del Gran Premio del Mugello di Moto3, a soli diciannove anni, ha colpito e scioccato tutto il mondo. Anche coloro che normalmente non seguono il motociclismo.

E in effetti tra i commenti che sono giunti a questo dramma non sono mancati anche quelli, decisamente fuori luogo, di chi non segue il mondo dei motori e dunque non conosce e non comprende la grande passione che muove i giovani centauri del Motomondiale.

È il caso di Vittorio Sgarbi, deputato, critico d’arte e intellettuale, che però su questo caso ha pronunciato parole che hanno fatto discutere: “Mi chiedo che senso abbia praticare sport in cui si mette continuamente a rischio la propria vita e quella degli altri”, è stato il suo intervento sui social network. “Una competizione non può diventare una sfida alla vita. A quali princìpi s’ispira uno sport del genere? Però qualcuno non vuole il Palio di Siena per non mettere a rischio i cavalli. I ragazzi sì, i cavalli no?”.

Kiara Fontanesi risponde a Vittorio Sgarbi

Parole che, comprensibilmente, non sono piaciute agli addetti ai lavori del motociclismo, di cui si è fatta portavoce Kiara Fontanesi, sei volte campionessa del mondo di motocross, che ha risposto all’onorevole senza mezzi termini su Facebook.

“Caro Vittorio, avrei piacere di incontrarti un giorno per chiederti giusto due cose: 1. Se quando al mattino ti guardi allo specchio non ti vergogni! 2. Quando vai a letto la sera come fai a dormire?”, è stata la sua replica. “Forse la risposta è nel fatto che appunto una persona come te non si ispira a nulla. Facessi la metà della fatica e avessi la metà del senso che hanno questi ragazzi che dedicano la loro vita allo sport, forse non saresti la persona che sei, totalmente vuota!”. Per poi chiudere rivolgendo contro il politico proprio il suo epiteto più noto: “In questo caso, signor Sgarbi, la capra è lei!”.

LEGGI ANCHE —> Jason Dupasquier, l’ultimo saluto (commovente) di Valentino Rossi

Kiara Fontanesi
Kiara Fontanesi (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)