Quartararo distrutto: “Ad ogni passaggio alla curva 9 pensavo a Jason”

Fabio Quartararo ha dominato la gara dall’inizio alla fine, ma alla fine non ha nascosto una certa commozione per la morte di Dupasquier.

Fabio Quartararo con la bandiera svizzera in onore di Jason Dupasquier
Fabio Quartararo con la bandiera svizzera in onore di Jason Dupasquier (Foto Dorna)

Per Fabio Quartararo è stata una gara dominata dall’inizio alla fine. Il pilota francese dopo la caduta di Bagnaia ha strappato la prima piazza dalle mani di Zarco e ha cominciato a macinare giri record uno dietro l’altro. Un andamento perfetto che non ha mai messo in dubbio il suo successo.

La vittoria del francese va a spezzare un’egemonia Ducati che durava dal 2017. Nelle ultime tre edizioni, infatti, c’era sempre stata una moto di Borgo Panigale sul gradino più alto del podio. Grande prestazione per il pilota Yamaha che a differenza dei suoi colleghi di marca sembra avere una marcia in più.

Dedica anche alla mamma per Quartararo

A fine gara Quartararo ha così commentato la propria prestazione: “Questa è stata una giornata davvero strana. Ci sono state tante emozioni anche prima della gara. Emozioni molto veloci che mi sono passate nel cuore. C’è stato quel minuto di silenzio. La gara è stata molto difficile e ogni volta che passavo alla Curva 9 pensavo a Jason”.

LEGGI ANCHE >>> MotoGP, GP Mugello: Quartararo rompe il regno Ducati

Il francese si è molto dilungato sul giovane rider che è morto oggi dopo il brutto incidente di ieri: “Questa vittoria è per lui. In generale è stato un buon weekend per noi e voglio dedicare questa gara a mia mamma perché da noi in Francia è la festa della mamma. Non ho belle sensazioni perché ho vinto, ma allo stesso tempo abbiamo perso uno dei nostri compagni, quindi non è semplice”. Il rider della Yamaha sembra sempre di più il favorito per il titolo 2021 di MotoGP.

Antonio Russo

Fabio Quartararo in pista al Mugello (GettyImages)
Fabio Quartararo in pista al Mugello (Foto Getty Images)