Pecco Bagnaia sconvolto dal brutto incidente: “All’inizio ero molto giù”

Bagnaia ha raccontato di aver avuto delle difficoltà a girare in pista dopo aver visto il terribile incidente di Dupasquier.

Pecco Bagnaia (GettyImages)
Pecco Bagnaia (Foto Getty Images)

Ancora una volta Bagnaia è stato il grande protagonista di questo sabato di MotoGP. Il rider italiano ha battagliato per la pole sino all’ultimo con Fabio Quartararo, ma alla fine ha dovuto inchinarsi davanti al francese. Pecco però è apparso in palla e promette battaglia per la gara.

Ai microfoni di Sky Sport il pilota nostrano ha così affermato: “È stata una buonissima giornata. Le quarte prove libere sono state ottime. Non era facile, io mi sono accorto che nei primi giri ero un po’ giù, dopo l’incidente che è avvenuto durante la Moto3. Non so come stia il pilota, ma spero bene. Sono partito un po’ così. Dopo ho ritrovato la concentrazione e riuscivo a essere molto veloce”.

Bagnaia soddisfatto del tempo ottenuto

C’è ancora grande apprensione per l’incidente occorso al giovane Dupasquier. Purtroppo al momento non sono state rese note ufficialmente le sue effettive condizioni fisiche. L’impatto è stato davvero brutale e ha lasciato sconvolti tutti i protagonisti del Motomondiale.

Bagnaia ha poi proseguito spiegando l’andamento della sua corsa alla pole position: “Riuscivo ad andare molto veloce anche con le gomme usate. Penso che Fabio (Quartararo, autore del miglior tempo, ndr) sia l’avversario più duro da battere domani, ma ci proveremo. In qualifica purtroppo ho fatto molta fatica per via del traffico. Ho cercato di non tirare la scia agli altri piloti, ma era complicato”.

LEGGI ANCHE >>> MotoGP Mugello, qualifiche: tempi, risultati e griglia di partenza

Il rider italiano ha poi concluso: “Purtroppo è andata così, ma va bene, il tempo è venuto fuori lo stesso”. Insomma Pecco sembra piuttosto soddisfatto e fa molto bene. Il secondo posto conquistato oggi infatti gli servirà domani per poter lottare sin da subito con i primi e provare a ritornare in testa alla classifica iridata, dalla quale ora è distante di una sola lunghezza.

Antonio Russo

Bagnaia (Getty Images)
Bagnaia (Foto Getty Images)