Valentino Rossi, al Mugello per ora è uno spettacolo (avvilente)

Sempre dietro nelle libere, Valentino Rossi sta vivendo una delle pagine più dure della sua carriera. E forse è un bene che non ci sia il pubblico al Mugello

Valentino Rossi, alla sua prima stagione con il team Yamaha Petronas (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Uno dei Gran Premi chiave per capire il proprio destino quello del Mugello per Valentino Rossi. E se il buongiorno si vede dal mattino, per il Dottore si prospetta un altro weekend di grande sofferenza. Proprio su quelle colline dove lui ha ottenuto più successi.

Rossi, l’aria di casa non fa bene

Lo ha ripetuto anche in conferenza stampa. Il gran premio di casa, così come i prossimi tre, tutti in quattro settimane, saranno decisivi per capire se è il caso di continuare con la MotoGP. Qualcosa ha trovato nei test di Jerez, ma se a Le Mans qualche segnale era arrivato, al Mugello invece sembra essere ritornati indietro. E di parecchio.

Una prima sessione di libere a 1.7 secondi da Maverick Vinales, ma è nella seconda che ha palesato tutti i suoi problemi. Una moto scorbutica, soprattutto in fase di frenata. I tanti dritti alla San Donato testimoniano come Valentino Rossi sia in difficoltà a trovare il giusto assetto della sua M1. Il campione di Tavullia sembra essere a buon livello solo nel primo settore, poi comincia a perdere un’enormità rispetto agli altri. Nei cambi di direzione sembra in grossa difficoltà, così come in accelerazione. Per non parlare del dritto, dove però soffrono tutte le Yamaha.

Giro secco da dimenticare, ma anche il ritmo gara

Infine il solito scarso feeling con la gomma posteriore. Per tutta la seconda sessione ha provato la dura, anche se per la gara la scelta ideale potrebbe essere la media. Ma manca il ritmo per poter rimanere con i primi dieci domenica.

Un primo stint con una serie di tempi sull’1:48 alto, poi una nuova uscita con quattro giri addirittura sull’1:49. Al box di Valentino Rossi sono ben lontani dall’aver trovato quella chiave per rendere la M1 più adatta allo stile del Dottore. E anche i miglioramenti fatti nel suo modo di guidare la moto non paiono aver dato gli effetti sperati. Anzi. Si gira a vuoto, come forse non è mai capitato a Vale. Dovesse continuare così, al Mugello si prospetta un weekend non solo nelle retrovie, ma da ultimo del gruppo.  E forse è un bene che non ci sia il pubblico sugli spalti. Perché vedere un Rossi così in difficoltà fa male al cuore, davvero.

LEGGI ANCHE —> Marquez nel team di Valentino Rossi? La risposta di Marc

Valentino Rossi sulla Yamaha nelle prove libere del Gran Premio di Francia di MotoGP 2021 a Le Mans (Foto Petronas)
Valentino Rossi sulla Yamaha nelle prove libere del Gran Premio di Francia di MotoGP 2021 a Le Mans (Foto Petronas)