Valentino Rossi presenta il suo Mugello: tra dubbi, speranze e ricordi

Il Mugello sarà la gara di casa per Valentino Rossi e Franco Morbidelli. L’italo-brasiliano proverà a salire sul podio italiano per la prima volta.

Valentino Rossi e Franco Morbidelli
Valentino Rossi e Franco Morbidelli (foto Petronas)

Gara di casa per il duo Petronas SRT formato da Franco Morbidelli e Valentino Rossi. Il primo reduce dal 16° posto di Le Mans, il secondo 11° posto dopo una gara fortemente condizionata dalle condizioni asciutto-bagnato. Ma nel GP d’Italia ci saranno nuovi stimoli, anche se mancherà il supporto dei tanti tifosi che solitamente fanno da cornice all’evento toscano.

Rebus ginocchio per Franky

Morbidelli è attualmente ottavo nel mondiale con 33 punti. Qui proverà a sfatare un tabù dal momento che non è mai salito sul podio del Mugello. L’ha sfiorato in Moto2 nella stagione 2017 quando è scattato dalla pole position. Arriverà con un lieve infortunio al ginocchio rimediato durante le prove di flag to flag a Le Mans, ma non dovrebbe destare particolari problemi. “Spero di arrivare al Mugello questo fine settimana nella migliore forma possibile, dopo aver ricevuto alcune cure per il ginocchio. Amo il Mugello, è una pista fantastica, piena di storia e ho dei bei ricordi lì. La sensazione che ho quando guido lì è leggermente diversa rispetto alle altre piste. È bellissimo tornare a correre al Mugello – spiega Franco Morbidelli -, ma non sarà normale perché non avremo i tifosi in pista a tifare per noi. Non so cosa aspettarmi, ma spero che la nostra moto continui ad andare bene lì e vedremo cosa succederà”.

Il Dottore senza pubblico

Per Valentino Rossi servirà un buon risultato per poter continuare a sperare in un rinnovo di contratto per il 2022. La tappa toscana sarà un decisivo esame per il suo futuro da pilota. “Sono stato in grado di lottare per posizioni migliori ed essere nella top ten a Le Mans, ma domenica abbiamo sofferto in condizioni miste. Mi sentivo meglio anche con la moto, quindi è stato un peccato che sia stata una gara così confusa – ha ammesso il campione di Tavullia -. Speriamo che il tempo sarà più costante questo fine settimana al Mugello e potremo confermare i miglioramenti dai test di Jerez. È una pista fantastica e fortunatamente ho molti bei ricordi”.

Valentino Rossi e Franco Morbidelli (foto Petronas)