Michael Rinaldi, piccoli inconvenienti al debutto da ufficiale

Michael Rinaldi debutta con la Ducati ufficiale nel week-end Superbike di Aragon. 6° posto e piccoli inconvenienti al venerdì.

Michael Rinaldi
Michael Rinaldi (foto Facebook)

Buona la prima per Michael Rinaldi che nel venerdì di Aragon ha debutto con il team ufficiale della Ducati segnando il sesto crono nella classifica combinata, finendo persino davanti al compagno di box Scott Redding, settimo. Il britannico ha avuto la meglio nelle FP2, quando le temperature del pomeriggio hanno reso la vita difficile alle gomme, ma vale il tempo del mattino segnato dall’italiano.

A parte alcuni “inconvenienti”, è stata una prima giornata tranquilla per Michael Rinaldi al suo debutto con la Rossa factory. “Oggi è stata una giornata molto speciale. Era il mio debutto con il team Aruba.it Racing – Ducati per una sessione ufficiale, ecco perché sono molto felice e pieno di orgoglio”, ha detto il neo arrivato che ha preso il posto di Chaz Davies. “Devo ammettere che sia le FP1 che le FP2 sono state un po’ speciali. Abbiamo dovuto affrontare alcuni inconvenienti che non ci aspettavamo, ma nonostante tutto il mio passo gara non è male e questo mi da grande fiducia in vista di sabato”.

Dopo aver raccolto dati utili con la sua Panigale V4R sarà compito dei tecnici di Borgo Panigale provare a migliorare il suo adattamento in vista delle FP3 e delle qualifiche di oggi. “Sono sicuro che la squadra lavorerà sodo per mettermi in condizione di essere competitivo”. Diversa la situazione di Scott Redding, in grandi difficoltà al mattino nel trovare il giusto modo per far lavorare al meglio gli pneumatici Pirelli. “Con la mia squadra abbiamo lavorato molto sulla scelta delle gomme senza concentrarci sul giro veloce ma cercando di trovare un buon ritmo con entrambe le soluzioni. “È difficile confrontare il feeling che ho avuto oggi con la gara dello scorso anno, soprattutto perché il grip era molto più basso”.

Michael Rinaldi (foto Facebook)