Hamilton provoca Verstappen: “Ho vinto tanto perché sono diverso da lui”

Lewis Hamilton sottolinea provocatoriamente un’importante differenza rispetto a Max Verstappen che è alla base dei suoi successi

Lewis Hamilton nella conferenza stampa della vigilia del Gran Premio di Montecarlo di F1 2021 a Monaco
Lewis Hamilton nella conferenza stampa della vigilia del Gran Premio di Montecarlo di F1 2021 a Monaco (Foto Sebastien Nogier – Pool/Getty Images)

Il fine settimana del Gran Premio di Montecarlo comincia già con una provocazione lanciata da Lewis Hamilton nei confronti del suo diretto rivale nella corsa al titolo, Max Verstappen.

Nella consueta conferenza stampa della vigilia, che nel Principato è anticipata di un giorno (come del resto le prove libere) e si svolge al mercoledì, infatti, il campione del mondo in carica non ha risparmiato un colpo basso allo sfidante. In particolare, l’anglo-caraibico ha messo in luce come il suo giovane avversario abbia un atteggiamento più arrembante ed aggressivo rispetto al suo. Ma non ha mancato di sottolineare, furbescamente, che i successi finora hanno dato ragione proprio alla sua attitudine.

Perché Hamilton è superiore a Verstappen (secondo lui)

“Credo che il lato positivo è che ci sia un buon equilibrio e rispetto tra di noi”, ha dichiarato Hamilton. “Forse, come sapete, lui crede di avere molto da dimostrare, ma io non sono necessariamente nella sua stessa condizione. La mia mentalità è più a lungo termine, per me questa è una maratona, non una gara sprint. Ed è per questo che ho ottenuto questi risultati. Perciò continuerò a farlo e darò il massimo per assicurarmi di evitare contatti”.

In effetti, anche in questa stagione, Lewis ha vinto fino a questo momento tre Gran Premi, contro il singolo successo di Max. Ma in tutte le gare disputate i due sono stati anche protagonisti di duelli ruota a ruota, sempre condotti in maniera pulita. L’intenzione dell’iridato uscente è quella di non giungere allo scontro diretto, anche se non esclude del tutto questo scenario: “Sono stato bravo ad evitare tutti gli incidenti finora, ma ci mancano altre diciannove gare. Potremmo anche scontrarci, ma spero di no”.

Come andrà a finire a Montecarlo

Ora il prossimo round vedrà i duellanti opposti sullo stretto e tortuoso circuito cittadino monegasco. Dove l’anno passato non si corse e nell’ultima edizione, quella del 2019, vinse proprio Hamilton, dovendo però difendersi dagli attacchi a spron battuto di Verstappen. Stavolta, teme il pilota della Mercedes, i rapporti di forza potrebbero essere invertiti.

“Non sappiamo cosa aspettarci”, ammette. “Due anni fa la Red Bull era incredibilmente vicina a noi. Ora, però, le macchine e le gomme sono molto diverse. Loro saranno molto difficili da battere questo weekend. Questa è una pista che è sempre stata loro amica e, visto quando è ridotto il distacco tra di noi, potete immaginarvi che fine settimana ci aspetti. Ma noi faremo di tutto per assicurarci di stare davanti”.

LEGGI ANCHE —> Ferrari, obiettivo colpaccio a Montecarlo: i due buoni motivi per sperare

Max Verstappen e Lewis Hamilton nel parco chiuso dopo le qualifiche del Gran Premio di Spagna di F1 2021 a Barcellona
Max Verstappen e Lewis Hamilton nel parco chiuso dopo le qualifiche del Gran Premio di Spagna di F1 2021 a Barcellona (Foto Mark Thompson/Getty Images/Red Bull)