Bottas o Russell? In estate si giocherà il destino della Mercedes

A Montecarlo Bottas a reso noto che il suo destino si deciderà in estate. Intanto Russell sogna un accordo a lungo termine.

Valtteri Bottas (©Getty Images)

Ormai è certo. Per sapere chi schiererà la Mercedes nel 2022 non ci sarà da aspettare molto. Entro l’estate scopriremo se Hamilton e Bottas saranno ancora della partita o se il volto della squadra più vincente dell’ultimo decennio cambierà totalmente diventando più giovane.

Lewis lo ha detto chiaramente nelle scorse settimane che non ci sarà una replica di quanto accaduto lo scorso inverno, con quell’estenuante tira e molla con i vertici della scuderia che ha portato al suo rinnovo per una sola stagione. Allo stesso modo, dal paddock del Principato Valtteri ha annunciato che pur essendo focalizzato sul presente e sulla necessità di raddrizzare un campionato fino ad oggi non brillante, scioglierà le riserve nella pausa di agosto.

Russell mette tutti sull’avviso

Se a Stoccarda regnano ancora i punti interrogativi, in zona Williams paiono esserci delle certezze. Sempre da Monaco il talentuoso George ha dato per certo che da Abu Dhabi non sarà più tra le fila dell’equipe di Grove. Ma non solo il britannico ha anche dettato le regole per il suo domani, a partire dal no ad un accordo a breve termine.

“Per noi driver è molto importante  essere al sicuro all’interno di una squadra. In questo modo è possibile costruire con la dovuta calma e serenità un rapporto attraverso cui crescere”, ha affermato il #63 rivelando di puntare ad una firma perlomeno biennale.

La paura latente per il ragazzo di King’s Lynn potrebbe essere quella di bruciarsi, di non avere il tempo di maturare, specialmente se dovesse fare il grande salto nella scuderia più ambita del lotto. “Ne stiamo avendo prova pure adesso della fatica che fanno ad adattarsi alle nuove realtà coloro che hanno cambiato team”, ha infine sottolineato giustificando l’esigenza di un impegno prolungato.

George Russell (©Getty Images)

Chiara Rainis