Non solo Aprilia: Dovizioso fa il collaudatore anche di… uno scooter!

Andrea Dovizioso abbraccia un impegno inedito per lui: sviluppare la messa a punto di un nuovo scooter che sarà presto in produzione

Andrea Dovizioso con lo scooter Dragster
Andrea Dovizioso con lo scooter Dragster (Foto Italjet)

Si sarà anche preso un anno sabbatico dalla MotoGP, ma Andrea Dovizioso non sta sicuramente rimanendo con le mani in mano. Il pilota forlivese è infatti attivo su più fronti, tutti che riguardano, naturalmente, le due ruote.

Corre nel campionato regionale di motocross, è stato protagonista di due chiacchieratissimi test con la Aprilia (che chissà se porteranno ad un impegno più a lungo termine come portacolori ufficiale della Casa di Noale nella classe regina) e, da oggi, sarà impegnato anche come collaudatore di un mezzo davvero insolito per lui: uno scooter.

Il Dovi ha infatti firmato un accordo di collaborazione con uno storico costruttore motociclistico bolognese, la Italjet, per occuparsi dello sviluppo e della messa a punto del nuovo Dragster 125/200 cc, destinato a fare presto il suo debutto sul mercato. Insomma, dall’alto della sua lunga esperienza, Andrea metterà a disposizione la sua nota sensibilità tecnica per dare il suo contributo nei test pre-produzione in pista dello scooter, che vuole strizzare l’occhio anche a chi ama le moto sportive.

Dovizioso svilupperà lo scooter Italjet Dragster

Per lui si tratta di un’avventura del tutto inedita: “Dragster è un concentrato di energia”, ha affermato. “Quando l’ho visto per la prima volta ne sono rimasto impressionato. Sono contento di poter contribuire con i tecnici alla messa a punto della ciclistica, del sistema frenante e del motore. Sono i dettagli a fare la differenza e in Dragster i dettagli sono molto curati”.

A chiamarlo è stato il presidente e amministratore delegato di Italjet, Massimo Tartarini: “Quando ho disegnato il nuovo Dragster, l’ho immaginato come una piccola Superbike da utilizzare in città. Uno scooter capace di regalare la sensazione di una vera moto da pista. Desidero che Dragster esprima al meglio tutto il suo potenziale: per questo ho pensato di dovermi affidare a un protagonista incontrastato del motorsport, un pilota celebre in tutto il mondo. Ho subito pensato ad Andrea, una persona che ho sempre ammirato, un professionista e un uomo capace di guardare oltre”.

LEGGI ANCHE —> Dovizioso, il duro affondo di un giornale: “Così delude i suoi tifosi”

Andrea Dovizioso con lo scooter Dragster (Foto Italjet)
Andrea Dovizioso con lo scooter Dragster (Foto Italjet)