Marquez-Valentino Rossi, la rivalità non è finita. Ecco l’ultima frecciatina

I due rivali Valentino Rossi e Marc Marquez non perdono occasione di continuare a stuzzicarsi. Spunta una nuova frase detta dallo spagnolo

Marc Marquez e Valentino Rossi
Marc Marquez e Valentino Rossi (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Non sono più in lotta diretta per il titolo mondiale. Anzi, sono entrambi in crisi, uno per le difficoltà ad adattare il proprio stile di guida alla sua moto, l’altro per i postumi del lungo infortunio dal quale è appena rientrato.

Eppure Valentino Rossi e Marc Marquez continuano ad essere acerrimi rivali. Non potrebbe essere altrimenti, d’altronde, visto il livello che lo scontro tra i due raggiunse nel 2016, l’anno del famigerato “biscotto”. Quelle non sono situazioni che si possono dimenticare facilmente.

Marc Marquez non farà come Valentino Rossi

E così, anche a distanza di molto tempo, di tanto in tanto i due non perdono l’occasione di lanciarsi qualche frecciatina a distanza. L’ultima è firmata dal Cabroncito, che nel corso di un’intervista concessa ai microfoni di Radio Catalunya non ha risparmiato una puntura al Dottore.

È accaduto quando i giornalisti lo hanno stuzzicato sull’ipotesi di fondare una propria squadra di cui diventare un giorno team manager in MotoGP, come farà il suo avversario. Un team MM93, sullo stile di quella VR46 che dall’anno prossimo approderà in pianta stabile in classe regina.

L’otto volte campione del mondo non pare molto dell’idea di seguire le orme di Vale: “Non ho una risposta, perché sono felicissimo di poter correre di nuovo e spero di poterlo fare ai massimi livelli ancora per molti anni”, ha commentato Marquez. “Inoltre non ho idea se vorrò restare o meno nel Motomondiale quando mi ritirerò”.

Quelle parole velenose sul ritiro

E, a proposito di ritiro, il catalano ha buttato lì anche un altro commento che pare piuttosto caustico all’indirizzo del fenomeno di Tavullia: “Per adesso sono qui, corro, sono ancora nel Mondiale perché voglio vincere. Il giorno in cui sentirò che non sono competitivo, che non posso vincere, resterò a casa”.

Come a dire che lui non farà mai come Valentino Rossi, che invece continua a seguire la sua passione e a restare in sella ad una MotoGP anche ora che non è più in grado di lottare per il gradino più alto del podio. Insomma, un piccolo colpo basso inviato all’indirizzo del suo nemico, pur senza nominarlo direttamente. Chissà se lui si sentirà in dovere di rispondere…

LEGGI ANCHE —> Valentino Rossi corre ai ripari: spunta già una modifica sulla sua moto

Marc Marquez e Valentino Rossi
Marc Marquez e Valentino Rossi (Foto Getty Images)