Bagnaia, altro che pista nemica della Ducati. È imprendibile: “Vado forte”

Pecco Bagnaia davanti a tutti nelle prove libere di Jerez, su un circuito che sulla carta non doveva arridere alla sua Ducati

Pecco Bagnaia sulla Ducati nelle prove libere del Gran Premio di Spagna di MotoGP 2021 a Jerez
Pecco Bagnaia sulla Ducati nelle prove libere del Gran Premio di Spagna di MotoGP 2021 a Jerez (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Più ancora dei due podi conquistato in Qatar e in Portogallo, più ancora del secondo posto in classifica generale, è forse il miglior tempo conquistato nelle prove libere del Gran Premio di Spagna di MotoGP a Jerez de la Frontera la misura più accurata del passo in avanti compiuto dalla Ducati in questa stagione 2021.

Un risultato che ha permesso a Pecco Bagnaia di mettersi dietro le spalle tutti gli avversari, per giunta su un circuito che in passato non ha mai arriso alle doti della Desmosedici. Segno che la crescita tecnica, dalle parti di Borgo Panigale, c’è stata ed è stata anche importante. “Siamo contenti, mi trovo bene”, commenta sorridente al venerdì pomeriggio il pilota piemontese. “Stiamo andando forte su una pista storica e sulla quale la Ducati non ha una grande tradizione favorevole. Ma io riesco a essere veloce”.

Bagnaia e la Ducati, che coppia pazzesca

La giornata inaugurale del weekend di gara andaluso è andata tutta liscia come l’olio: “Nel pomeriggio sono riuscito a essere abbastanza aggressivo con la gomma posteriore e anche con la media usata, che ha sopra una specie di patina che non ti fa essere subito veloce”, prosegue il ducatista. “Eppure nel finale ho fatto un bel giro e poi nel time attack mi sono scatenato, è stato bello”.

La Ducati è migliorata e Bagnaia ha trovato una fiducia assoluta nella sua moto: ora questa accoppiata fa davvero paura. “Io ho bisogno di avere molta confidenza sull’anteriore”, spiega ancora Pecco. “Il posteriore riesci a gestirlo, mentre se sul davanti sei incerto non ricavi molto. In mattinata, in condizioni in cui in passato avrei faticato, invece è andata bene. Mi sento molto a mio agio sulla moto ed è importante”.

Il resto, poi, lo fa l’entusiasmo che si è tornato a respirare nel garage rosso. “Il clima nel box aiuta: c’è tanta serenità, una buona atmosfera, un’aria fresca”, conclude. “Sono tutti elementi che mi aiutano a esprimere al meglio i miei concetti ai tecnici e mi permettono anche anche di spingere al meglio in pista”. E i risultati si vedono, eccome.

LEGGI ANCHE —> Quartararo secondo ma insoddisfatto: “Possiamo (e dobbiamo) fare di più”

Pecco Bagnaia ai box Ducati nelle prove libere del Gran Premio di Spagna di MotoGP 2021 a Jerez
Pecco Bagnaia ai box Ducati nelle prove libere del Gran Premio di Spagna di MotoGP 2021 a Jerez (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)