Jerez, Tito Rabat: “Una moto factory per la prima volta”

Tito Rabat ritorna in MotoGP come sostituto di Jorge Martin nel team Ducati Pramac. Probabile la sua presenza anche a Le Mans.

Tito Rabat
Tito Rabat (foto Pramac)

Tito Rabat ritorna a riassaporare quel paddock che ha dovuto lasciare per forza di cose. Salirà in sella ad una Ducati GP21, quella riservata all’infortunato Jorge Martin, pur non avendo compiuto test con una MotoGP. “Avrò la migliore moto, la moto ufficiale per la prima volta nella mia vita”. Probabilmente sostituirà il madrileno anche a Le Mans fra due settimane. “Non ho aspettative su questa gara. Sono in forma, fisicamente e mentalmente in perfetta forma. Non vedo l’ora che arrivi il momento: voglio essere concentrato, lavorare con calma, dare il massimo e imparare dalla squadra”.

Nella stagione 2021 Tito Rabat competerà nel Mondiale Superbike con il team Barni, ma ha colto al volo questa grande occasione, dal momento che ha condiviso 15 anni nel Mondiale, 5 nella classe regina. Per il week-end di Jerez è impegnarsi al massimo e cercare di ottenere il miglior risultato possibile. “Non conosco ancora la moto e la squadra, ma quello che ho potuto vedere: Zarco e Martin si sono lasciati alle spalle i piloti ufficiali Ducati in Qatar. L’approccio come pilota è sicuramente molto diverso in una squadra ufficiale rispetto a quando corri per un team privato. In qualità di pilota, tieni automaticamente presente che non ci sono limiti alle risorse che hai a disposizione qui. Puoi spingere al limite. Questa è la cosa principale”.

Jorge Martin ha riportato la frattura di sette ossa dopo l’incidente nelle libere di Portimao e sicuramente non riuscirà a recuperare per Le Mans. Tito Rabat si dice entusiasta di percorrere questa breve parentesi. “Se potessi guidare anche a Le Mans, sarei super felice. Se Martin non torna ancora e sto facendo un buon lavoro, facendo solo le cose normali che devo fare, allora ovviamente c’è una possibilità”. E infine lancia una battura: “Per me potrei fare anche tutto il Mondiale… No, ovviamente il Mondiale Superbike ha la priorità. Ma se non c’è una gara Superbike, allora va bene. Spero che Martin stia presto meglio, soprattutto per il Mugello, perché non potrei sostituirlo”.

La caduta di Jorge Martin durante il Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2021 a Portimao
La caduta di Jorge Martin durante il Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2021 a Portimao (Foto Twitter/88jorgemartin)