Aprilia, ecco perché può sognare a breve di arrivare sul podio

Espargaro sogna il primo podio con l’Aprilia, che così tenterebbe ancor di più quel Dovizioso che punta ormai da tempo

Aleix Espargaro in Qatar (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Un inizio così non lo ha mai vissuto in MotoGP. Lui che, a inizio stagione, è anche stato sbeffeggiato da Jorge Lorenzo per essere uno dei più presenti nella classe regina senza aver vinto un gran premio. Parliamo di Aleix Espargaro, che in questo 2021 punta dritto al podio. Così come l’Aprilia.

Partenza convincente per Espargaro

Che fosse l’anno giusto per arrivare con la casa di Noale a quel podio che ormai manca da anni lo si è capito fin dai test, dove è rimasto sempre lì davanti con i migliori. Poi pronti-via, ecco che sono arrivare le conferme. Nelle FP1 del gp di Doha il miglior tempo, ma soprattutto le Q2 sempre centrate.

In gara però ancora c’è qualcosa da migliorare: un settimo e un decimo posto nel doppio appuntamento qatariota, poi il sesto a Portimao una settimana fa. Lo spagnolo però sembra essere molto convinto del progetto della moto italiana e spera nelle prossime gare di arrivare a centrare l’obiettivo. “Siamo migliorati un po’ in tutto – ha confessato -. Non abbiamo un motore molto più potente, ma è più facile da utilizzare a bassi regimi. Riesco ad avere maggiore grip meccanico e l’aerodinamica fa guadagnare velocità. Dobbiamo trovare un po’ di potenza, ma non siamo mai stati così vicini alla vetta”.

Aprilia, il neo Savadori e il “promesso” Dovizioso

Se c’è qualcuno che invece proprio non riesce a trovare le stesse prestazioni è Luca Savadori. Eppure il cesenate è forte e sa come vincere con il marchio Aprilia, visto che ha portato a casa tre titoli: CIV 125 nel 2008, europeo Superstock 1000 nel 2015, CIV Superbike l’anno scorso. Ora però serve un salto di qualità importante. Anche perché dietro scalpita Andrea Dovizioso.

Il forlivese, dopo l’addio polemico a Ducati, sembrava essersi preso un anno sabbatico per cercare il progetto giusto per rientrare e lottare con i primi. E invece i risultati di Aprilia, oltre al lungo corteggiamento, lo hanno tentato. E alla fine ha ceduto, almeno in parte. A Jerez il primo assaggio con la moto, ora si attende un secondo test, che potrebbe dire se questo matrimonio s’ha da fare o meno. Ma sentendo i primi commenti, l’amore potrebbe sbocciare.

Certo, con due piloti di livello come Espargaro e Dovizioso l’Aprilia potrebbe crescere ancor più in fretta. L’unico rischio è quello di mettere insieme due talenti che vogliono essere prime guide. Ma forse per crescere serve anche questo. Chissà che magari un podio possa accelerare i tempi. E lo spera l’Aprilia stessa.

LEGGI ANCHE —> Aleix Espargarò chiama Andrea Dovizioso in squadra: “Dategli una Aprilia”

Aleix Espargarò ai box della Aprilia a Losail
Aleix Espargarò ai box della Aprilia a Losail (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)