Bottas e Sainz di nuovo in pista. La F1 del 2021 non riposa mai

I test sulle monoposto vecchie stanno diventando una prassi. In queste ore in azione la Mercedes con Bottas e la Ferrari con Sainz.

Valtteri Bottas (©Mercedes Twitter)

Come un’eco d’altri tempi, il Circus di oggi sta tornando alla vecchia abitudine dei test privati. Pur non essendo consentiti dalla FIA, le scuderie stanno aggirando l’ostacolo adottando vetture utilizzate nei campionati precedenti. Un piatto gustoso per i tifosi del motorsport che così possono vedere i loro idoli in azione anche infrasettimanale.

Ad esempio nella giornata di martedì, sul circuito di Imola,  Lewis Hamilton ha completato la bellezza di 130 al volante di una W10 settata ad hoc per sviluppare le nuove Pirelli da 18″, mentre in queste ore è il suo compagno Valtteri Bottas ad essere impegnato al Santerno. Secondo quanto riportato dal fornitore, il finnico, reduce da un GP dell’Emilia Romagna da dimenticare, ha finora coperto 64 tornate.

Anche Il Cavallino in pista a Fiorano

A pochi chilometri di distanza dalle Frecce Nere, sul suo circuito di casa la Rossa ha schierato Carlos Sainz per una sessione volta a comprendere al meglio le procedure e i sistemi del Cavallino.

Alla guida di una SF71H dalla stessa livrea dell’attuale SF21, l’iberico è stato impegnato per l’intera giornata, mentre domani sarà il turno dei membri della FDA, in particolare di Cullum Ilott e di Mick Schumacher, protagonista con la Haas di un errore nel corso del recente round all’Enzo e Dino Ferrari.

Per adesso il #55 merita la promozione. Ottavo in Bahrain e quinto domenica scorsa, il figlio d’arte ha dimostrato di saper apprendere velocemente e questi turni extra, sebbene con un’auto diversa, non potranno che fargli ulteriormente bene.

Carlos Sainz (©Ferrari Twitter)

Chiara Rainis