MotoGP, Joan Mir: “Possiamo lottare per il titolo mondiale”

Joan Mir sale sul podio di Portimao dopo un sabato di qualifiche tormentato e una gara di certo non facile per la Suzuki.

Joan Mir
Joan Mir (foto Instagram)

Joan Mir nel GP di Portogallo è arrivato terzo e conquista il suo primo podio stagionale. Punti importanti per la classifica iridata che gli consentono di restare in scia alla corsa iridata e di confermarsi come pilota di riferimento all’interno del box Suzuki. “È stato un weekend positivo per me. Non è il mio circuito preferito ed è per questo che sono contento del terzo posto. Ero forte nel warm up ma ho avuto problemi nella prima parte di gara, soprattutto con l’anteriore. Mi ha fatto rimanere indietro, ma sono riuscito ad andare oltre e sono stato in grado di lavorare di nuovo sulla mia strada”.

Lo scorso novembre fu Joan Mir a cadere prima del traguardo, stavolta è toccato al compagno di squadra Alex Rins. “Aleix ha fatto un bel week-end, su questa pista stava bene e andava forte. A metà gara era abbastanza veloce, io ho dovuto rallentare e lui è caduto. Fa parte della gara, se vai più forte di quello che hai rischi di cadere”, ha detto ai microfoni di Sky Sport MotoGP. Soddisfatto del risultato personale, non ha nulla da recriminare: “Mi do un voto abbastanza alto, perché ho saputo salire sul podio con quello che ho. Si può sempre migliorare, ma sono contento perché abbiamo fatto una buona gara”.

Continua la difesa del titolo

Riguardo alla prestazione del connazionale Marc Marquez, con cui ha avuto da ridire dopo le qualifiche del sabato, Joan Mir dimostra di aver già archiviato la vicenda: “Mi aspettavo un risultato del genere da lui. Sembra che sia quasi tornato al 100 percento. Sapevo che sarebbe stato in grado di fare un forte ritorno. Era il suo primo vero test con la nuova Honda. Dopotutto, non è la moto su cui era l’anno scorso. Di conseguenza, è sempre difficile, ma lo ha fatto bene”.

Resta ottimista in vista del proseguimento del Mondiale. 5° posto in classifica a quota 38 punti a -23 dal nuovo leader Fabio Quartararo. “Credo potremo lottare per il titolo mondiale – ha concluso il campione in carica della classe regina Joan Mir -, perché sulle prime due piste abbiamo sempre lottato per il podio”.

Joan Mir
Joan Mir (getty images)