Red Bull carica dopo il Bahrain si prepara all’assalto di Imola

La delusione per la mancata vittoria a Sakhir non ha tolto l’ottimismo alla Red Bull che punta alla prima posizione in Italia.

Red Bull (©Getty Images)

Ha dominato i test invernali e nel primo round stagionale in Bahrain ha fatto il vuoto fino a poche tornate dal termine del GP. La Red Bull arriverà a Imola con una doppia motivazione: la fame di riscatto dopo la beffa nella volata finale, e il desiderio di dimostrare ulteriormente di aver aggiunto la Mercedes, come ripetuto in loop da Helmut Marko.

Il talent scout energetico non manca occasione per dichiarare come la RB16B sia ormai alla pari con la W12 e parlando al sito tedesco formule1.de, lo ha una volta di più sottolineato rivelando un particolare finora sconosciuto.

Sul Golfo le monoposto di Max Verstappen e Sergio Perez avrebbero perso tre decimi al giro  a causa di problemi al differenziale. “Avevano meno aderenza e le gomme pattinavano, oltre a surriscaldarsi”, ha spiegato. Un secondo handicap sarebbe stato rappresentato dall’esigenza di togliere potenza alla PU per gestire le alte temperature. “Per battere le Frecce Nere occorre essere perfetti”, ha aggiunto giustificando la seconda e quinta piazza ottenute.

Imparata la lezione, al Santerno la scuderia con base a Milton Keynes si presenterà armata a dovere, ovvero con alcuni aggiornamenti che dovrebbero aiutarla a migliorare la prestazione almeno per la prima parte di campionato.

La determinazione non manca

Convinta di poter fare la differenza la Red Bull ha masticato amaro nella prima domenica di azione, ma per il prossimo appuntamento l’obiettivo resta uno e soltanto uno.

“In questo mondiale potremo competere per il successo in ogni evento”, ha rilanciato papà Jos Verstappen a ZiggoSport. “Qualcosa che in passato non avevamo”.

L’ex pilota olandese ha quindi minimizzato il pericolo Stoccarda. “Porteranno delle evoluzioni? Neppure noi dormiremo. Siamo pronti. Sarà una sfida eccitante”, ha concluso con nel cuore la speranza di vedere finalmente trionfare il suo pargolo.

Max Verstappen sul podio del Gran Premio del Bahrain di F1 2021 a Sakhir (Foto Bryn Lennon/Getty Images/Red Bull)

Chiara Rainis