Vettel rassegnato (per il momento): “Abbiamo grossi problemi”

Doccia fredda per Vettel. Il tedesco ammette grosse falle sulla sua Aston Martin. Per lui prosegue l’incubo cominciato in Ferrari.

Sebastian Vettel (©Getty Images)

Di male in peggio. Quella che per Sebastian Vettel doveva essere una lenta risalita dopo la rovinosa discesa delle ultime due stagioni in Ferrari, potrebbe invece trasformarsi nel prosieguo del rovinoso cammino  intrapreso alla Rossa.

L’Aston Martin finora ha dimostrato di essere ben lontana dalla Racing Point del 2020 e soprattutto dalla Mercedes di cui dovrebbe essere una sorta di sorella minore. Dunque, con ogni probabilità per il tedesco non sarà possibile “vendicarsi” sul Cavallino, al contrario il suo compito per quest’anno sarà perlopiù cercare di sopravvivere. Partito male già dai test invernali con tanti problemi di affidabilità accusati dalla sua ARM21, nel primo weekend di gara in Bahrain Seb si è reso protagonista di una deludente qualifica conclusa in diciottesima piazza, è stato penalizzato in griglia per non aver rispettato le doppie bandiere gialle, e nel GP ha tamponato Ocon, chiudendo quindicesimo e doppio. Un avvio di 2021 pessimo, che non promette nulla di buono.

“In abitacolo ancora non mi sento come se fossi a casa”, ha inquadrato alla perfezione la situazione il 33enne parlando a Motorsport.com.

“Ci sono problemi talmente grossi per cui non riesco a sentire la monoposto per andare forte. Per ora mi sono adeguato al modo in cui la macchina vuole essere guidata, ma ovviamente non è così che si può dare il meglio”.

Grattacapi senza fine per il #5 che, almeno per la prima parte di  campionato dovrà soffrire. Il guaio è che, a differenza sua, a Sakhir, il compagno di box Lance Stroll è apparso nettamente più in forma, di conseguenza  a breve potrebbe ritrovarsi a vivere quanto accaduto a Maranello con Leclerc.

“Lo scorso fine settimana abbiamo capito molte cose. Lavoreremo sodo per riportarci dove vorremmo essere. Le prossime due corse saranno utili per calmare le acque”, ha asserito con un augurio.

Aston Martin (©Getty Images)

Chiara Rainis