L’ex campione avverte Leclerc: “Attento, Sainz si avvicinerà molto presto”

L’ex campione del mondo di Formula 1 è convinto che Carlos Sainz non sarà lo scudiero di Charles Leclerc, ma lo metterà in difficoltà

Charles Leclerc e Carlos Sainz
Charles Leclerc e Carlos Sainz (Foto Ferrari)

Se nelle ultime due stagioni era stato il nuovo acquisto Charles Leclerc ad infastidire il veterano Sebastian Vettel, tanto da spingerlo verso la porta d’uscita dalla Ferrari, stavolta lo stesso Piccolo principe rischia di essere messo in difficoltà dall’ultimo arrivato Carlos Sainz.

Questo, almeno, è il parere di Jenson Button, ex pilota, campione del mondo nel 2009, e oggi opinionista televisivo. L’inglese è convinto che l’esito dello scontro interno al Cavallino rampante sia meno scontato di quello che può apparire a prima vista, e che il figlio d’arte non sia affatto destinato al ruolo di seconda guida designata.

“Penso che Carlos si avvicinerà molto presto a Leclerc“, ha affermato Button ai microfoni di Sky Sport Inghilterra. “Ho parlato con gli ingegneri della McLaren e mi hanno detto che il pilota spagnolo è fondamentalmente un ingegnere. Ha un approccio molto intelligente e lavora a stretto contatto col team per tante ore”.

Perché Jenson Button punta su Carlos Sainz

Proprio la fredda razionalità di Sainz, che all’apparenza sembra contrastare con il suo animo latino, rappresenta però il punto di forza principale del neo ferrarista, secondo Jenson. A tutto vantaggio della Rossa di Maranello, che può giovarsi dei suoi servigi.

“Questo è fantastico, naturalmente, perché non si lascia sopraffare dalle sue emozioni, che non prendono poi il sopravvento quando si tratta di ottenere il massimo a livello di prestazioni dalla SF21“, prosegue. “Non supera il limite quando guida e questo lo abbiamo visto durante tutto il fine settimana in Bahrain. È un ragazzo in gamba, la Ferrari può vantarsi di avere una grande coppia di piloti”.

LEGGI ANCHE —> Sainz sul suo primo GP in Ferrari: “Non ho voluto attaccare”

Jenson Button
Jenson Button (Foto Charles Coates/Getty Images)