Binder risponde alle accuse di Valentino Rossi: “È un po’ sensibile”

Binder non ci sta a incassare le critiche di Valentino Rossi dopo il GP Qatar 2021. Il pilota KTM replica al collega Petronas Yamaha.

Brad Binder
Brad Binder (Getty Images)

Valentino Rossi dopo la gara di domenica scorsa a Losail se l’era presa con Brad Binder. Infatti, il Dottore ha accusato il pilota KTM di essere stato un po’ scorretto in un duello.

Ha anche dichiarato che in generale i piloti della nuova generazione hanno poco rispetto degli altri, pensano solamente a loro stessi senza preoccuparsi degli avversari in pista. Non è la prima volta che il nove volte campione del mondo dice qualcosa del genere. In passato se la prese sia con Marc Marquez che con Johann Zarco in alcune situazioni.

LEGGI ANCHE -> Valentino Rossi, venerdì nero a Doha: “Sì, lo ammetto: sono preoccupato”

MotoGP Doha, Binder si difende da Valentino Rossi

Binder è stato interpellato sulle accuse di Valentino Rossi e ha così risposto al termine della FP2 del Gran Premio di Doha 2021: «Normale arrabbiarsi un po’ – riporta Motorsport.com – ma non l’ho toccato, penso sia un po’ sensibile. Non credo di aver fatto nulla di male. L’ho affiancato, ho iniziato a frenare, lui ha rilasciato il freno per chiudere la traiettoria e quindi l’ho rilasciato anche io. Fine della storia».

Il pilota KTM respinge ogni accusa di comportamento scorretto nell’occasione della scorsa gara MotoGP a Losail. Ritiene che Valentino sia un po’ troppo suscettibile e che non vi sia motivo per esprimere critiche nei suoi confronti. Vedremo se il nove volte campione del mondo replicherà al collega sudafricano.

Valentino Rossi in pista nelle prove libere del Gran Premio di Doha di MotoGP 2021 a Losail
Valentino Rossi in pista nelle prove libere del Gran Premio di Doha di MotoGP 2021 a Losail (Foto Petronas)